FORMAZIONE MANAGERIALE


Demand Planning & Inventory Management

FORMAZIONE A CATALOGO
FORMAZIONE SU MISURA

Demand Planning & Inventory Management

Il percorso affronta temi chiavi di pianificazione della supply chain, analizzando i sotto-processi del Sales & Operations Planning dal punto di vista organizzativo e del workflow dei flussi informativi in input e output che interconnettono i diversi piani.

Il modulo Demand Planning tratta i metodi di pianificazione della domanda commerciale per aziende manifatturiere focalizzate sulla produzione (B2B) e sulla distribuzione dei prodotti finiti (B2C), aventi l’obiettivo di generare i piani della domanda futura (Sales Forecast, Sales Budget, Demand Plan). Vengono presentate le tecniche modellistiche più utilizzate per la previsione statistica della domanda e gli indicatori per il controllo della qualità delle previsioni.

I moduli Inventory & Replenishment Planning trattano i metodi di pianificazione e controllo delle scorte di prodotti finiti, semilavorati e materie prime per le aziende manifatturiere focalizzate sulla produzione e/o sulla distribuzione, appartenenti a qualsiasi contesto verticale. Vengono presentati i metodi di pianificazione e riordino dei volumi di prodotto per servire la domanda dei clienti B2B e B2C e si delineano i metodi e i KPI per il corretto controllo delle giacenze a magazzino. Ai tradizionali metodi per articoli continuativi a vendite regolari / stagionali (algoritmi a lotto fisso, ad intervallo fisso, modelli ibridi) si aggiungono i metodi per la pianificazione degli articoli basso rotanti (modelli di Croston e Poisson).

Aziende che hanno partecipato alle passate edizioni

A-27, Acqua Minerale San Benedetto, Amplifon, Arbo, Ariston Thermo, Artsana, Astelav, ATM Azienda Trasporti Milanese, Aurobindo Pharma, Baldi, Bauli, Barentz Service, Bolton Alimentari, Bonduelle, Brembo, Caffarel, Caleffi, Calligaris, Cameo, Campari, Candy, Carapelli, Carl Zeiss, Carlsberg, Ceramiche Caesar, CNH Industrial, Conad, Délifrance, Difa Cooper, DKC Europe, Donati Sollevamenti, Era, Eridania, Eurojersey, Faist Componenti, Famar, Fanuc, Ferrero, Ferrovie Nord, FHP di Freudenberg, Galbusera, Gedy, Gold Plast, GS, Gucci, Guess, H3G, Hugo Boss, Illy Caffè, Industrie Cometto, Industrie Ilpea, Industrie Saleri Italo, Irritec, Iveco, Kone Industrial, Künzi, Lati Industria Termoplastici, Lechler, Leonardo, Lindt & Sprüngli, Luigi Lavazza, Marionnaud Parfumeries, Mec Diesel, MSC, MSD, Mylan, NAU!, Nestlé Italiana, Nuovo Pignone, Officine Meccaniche Porrini, OMG, Toyota Material Handling, Panaria Group, Parmalat, Penny Market, Pensa Pharma, Pirelli Tyre, PPG Univer, Prenatal,  Rentokil Initial, Rewe, Roche, Rovagnati, Royal Canin, Saati, Sacchi, Salvatore Ferragamo, Sanpellegrino, SCA Hygiene Products, Scapa, Sibelco, Sicad, Sirap Gema, Smeg, Sofidel, Stahl Palazzolo, Stiga, Sutter Industries, Te-sa, Tecniplast, Tenacta Group, Tessilform, Thun, Trevi Group, Urmet Domus, Vaillant, VF International, Villani, Vimar, Zucchetti Rubinetteria.

Calendario

17 e 18 ottobre
14 e 15 novembre

DESTINATARI

Supply Chain Director, Operations Manager, Supply Chain Manager, Sales Forecast Manager, Demand Planner, Inventory Manager

OBIETTIVI

  • Definire fasi, processi e metodologie per la pianificazione della Supply Chain al fine di emettere piani di domanda affidabili, piani di produzione – distribuzione – acquisto ottimali, massimizzando il livello di servizio al cliente e riducendo i costi operativi di gestione
  • Introdurre i partecipanti nel contesto aziendale del Demand Planning, inteso come pianificazione, previsione e controllo della domanda commerciale di prodotti e servizi, all’interno del macroprocesso di Sales & Operations Planning
  • Illustrare i processi, gli input e gli output più comuni del Demand Planning, nonché i ruoli organizzativi, gli workflow tipici e le metodologie gestionali di supporto e coordinamento fra utenti
  • Illustrare le metodologie, gli algoritmi ed i modelli matematici di previsione della domanda commerciale, in funzione della presenza / assenza di serie storiche di domanda e della tipologia morfologica di serie storica (articoli nuovi, articoli continuativi, articoli sporadici)
  • Introdurre i partecipanti nel contesto aziendale del Inventory & Replenishment Planning, inteso come insieme di attività di pianificazione delle scorte di prodotti e dei riordini ai fornitori lungo la supply chain
  • Illustrare i processi, gli input e gli output tipici dei sistemi di gestione e controllo delle scorte, nonché i parametri quantitativi di progettazione e dimensionamento
  • Esaminare le metodologie più utilizzate per pianificare nel tempo l’entità delle scorte nei nodi della supply Chain (modelli “pull” di Inventory Planning), gli algoritmi per il calcolo delle scorte di sicurezza, le logiche di replenishment (modelli “push”) e di allocazione dei prodotti nella rete distributiva, per articoli a domanda continua e a domanda sporadica

PROGRAMMA

I Modulo: Demand Planning
17 ottobre
Fabrizio Dallari, Damiano Milanato

Funzioni e obiettivi del Demand Planning:

  • Inquadramento del Demand Planning nel processo generale di Sales & Operations Planning
  • Quali tipologie di aziende devono prevedere la domanda commerciale

Piani di domanda:

  • Sales Forecasting, Sales Budget, Sales Target, Promotion Plan
  • Piano di domanda a capacità finita
  • Input / output e obiettivi di ciascuna tipologia di piano
  • Copertura funzionale e responsabilità organizzativa
  • Scelta di livelli gerarchici di calcolo della previsione
  • Top-Down forecasting: metodi di splitting gerarchico

Processi aziendali e workflow di Demand Planning:

  • Processi di Demand Analytics & Forecasting
  • Processi collaborativi (meeting MFR, S&OP)
  • Collaborative Planning, Forecastine & Replenishment (CPFR)
  • Big Data Analytics per il Demand Planning
  • Il ruolo aziendale del Demand Planner e del Data Scientist
18 ottobre
Fabrizio Dallari, Damiano Milanato

Demand Analytics

  • Business Intelligence per l’analisi delle vendite: progettazione di un cruscotto di KPI per il controllo delle performance
  • Analisi e classificazione automatica delle serie storiche
  • Sales Cleaning & Promotion Analytics
  • Calcolo della Forecast Accuracy

Metodi di previsione per serie continue

  • Modelli di smorzamento esponenziale
  • Modelli di scomposizione delle serie storiche
  • Simulazione numerica su Excel

Metodi di previsione per articoli a domanda sporadica

  • Progettazione del livello di servizio target
  • Modello di Croston
  • Modello di Poisson

Metodi di previsione per articoli nuovi / di recente introduzione

  • Metodo dei pattern
  • Forecasting per analogia
  • In-season Reforecast: controllo delle previsioni nel corso di una campagna vendite

Trade Promotion Management

  • Calcolo dell’efficacia di promozioni storiche
  • Pianificazione delle promozioni: algoritmo di pattern matching

Sistemi informativi di Demand Planning

  • Funzionalità, architetture di dati, workflow e interfacce
II Modulo: Inventory Management
14 novembre
Fabrizio Dallari, Damiano Milanato

Funzioni, tipologie di scorta e classificazione

  • Inquadramento dell’Inventory Planning nel processo generale di Sales & Operations Planning
  • Ruolo e funzioni delle scorte: efficienza produttiva ed efficacia commerciale e distributiva
  • Classificazione delle scorte per tipologia: scorta di ciclo, scorta di sicurezza, scorte strategiche, scorte morte

Costi associati alle scorte

  • Costo di stockout
  • Costo di mantenimento a scorta

Indicatori di performance relativi alle scorte

  • Stock medio
  • Indice di rotazione delle scorte: a quantità, a valore, a diversi livelli gerarchici
  • Grado di copertura delle scorte

Matrice ABC doppia Fatturato – Scorte

  • Classificazione ABC di Pareto: step di implementazione
  • ABC per fatturato e per rimanenza inventariale
  • Analisi dei quadranti della matrice ABC doppia: linee guida per il miglioramento nella gestione delle scorte
15 novembre
Fabrizio Dallari, Damiano Milanato

Metodi classici di gestione delle scorte e di pianificazione dei riordini

  • Modello Min – Max
  • Lotto fisso (EOQ) e punto di riordino
  • Calcolo del lotto economico con prezzo fisso / variabile
  • Riordino ad intervallo di copertura
  • Dimensionamento dell’intervallo di copertura scorte
  • Modelli ibridi

Dimensionamento della scorta di sicurezza

  • Formule statiche vs. formule dinamiche
  • Livello di servizio, variabilità della domanda e del lead time
  • Formule demand-driven vs. forecast-driven

Tecnica Distribution Requirements Planning (DRP)

  • Analisi dei dati di input
  • Definizione della reportistica e dei KPI per il DRP
  • Scelta dell’algoritmo ottimale di riordino
  • Esercitazione numerica su Excel

Metodi di riordino per articoli a domanda sporadica

  • Modello di Poisson
  • Normalizzazione dei volumi storici di domanda

Metodologie di Collaborative Planning per la gestione delle scorte

  • Consignment Stock
  • Vendor Managed Inventory (VMI)
  • Collaborative Planning, Forecasting & Replenishment (CPFR)

QUOTA D'ISCRIZIONE

Iscrizione all’intero percorso di 4 giorni euro 1.790 + IVA
Iscrizione a un singolo modulo di 2 giorni euro 980 + IVA

La quota è comprensiva dei coffee break e del lunch.

Per le iscrizioni anticipate è previsto uno sconto del 10% se perfezionate (con pagamento avvenuto) entro 60 gg prima dell’inizio del corso.

Nel caso di iscrizioni di più partecipanti della stessa azienda, è previsto uno sconto del 10% sulle quote dal secondo partecipante in avanti.

COLLABORAZIONI

+39 0331 572111

info@liuc.it

(C) Università Carlo Cattaneo LIUC | C.so Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA) | Codice Fiscale e Partita IVA 02015300128