MASTER


Management per il Settore Sanitario – STAR

HOME
BANDO
REGOLAMENTO
PIANO DI STUDI
SYLLABUS

Management per il Settore Sanitario – STAR

Il Master di Secondo Livello in Management per il Settore Sanitario, ha l’obiettivo di formare professionisti in grado di gestire processi complessi all’interno del settore sanitario e socio-sanitario, permettendo l’acquisizione di competenze specifiche che potranno favorire un inserimento qualificato nel mondo del lavoro.

Il Master garantisce un’integrazione tra gli aspetti teorici e quelli pratici, attraverso i due tirocini (curriculare, ed extra curriculare) si darà la possibilità ai partecipanti di sperimentare nei contesti lavorativi quanto presentato all’interno del percorso formativo. Verranno proposti tirocini in aziende sanitarie e aziende produttive che operano per il settore sanitario (farmaceutiche, elettromedicali, dispositivi medici, etc), con le quali sono state stipulate delle partnership strutturate.

Calendario

Ore aula: 244; ore stage curriculare: 300

20,21,22 aprile 2021
18,19,20, maggio 2021
14,15,16,17 giugno 2021
5,6,7,8,9 luglio 2021
13,14,15,16,17 settembre 2021
18,19,20,21,22 ottobre 2021
15,16,17,18 novembre 2021
13,14,15 dicembre 2021

DESTINATARI

Giovani laureati o professionisti che lavorano in ambito sanitario fortemente motivati a sviluppare competenze manageriali nel settore sanitario e socio-sanitario, in possesso del diploma di laurea di secondo livello.

OBIETTIVI

Obiettivi:

  • Formare professionisti in grado di gestire processi complessi all’interno del settore sanitario e socio-sanitario
  • Dare la possibilità di sperimentare sul campo le nozioni teoriche apprese in aula, attraverso due esperienze di tirocinio
  • Favorire l’acquisizione di competenze specifiche che andranno a favorire un inserimento qualificato nel mondo del lavoro

QUOTA D'ISCRIZIONE

La quota di iscrizione al Master è di € 7.500.

Sconto del 10% per tutti gli studenti che si iscriveranno entro lunedì 14 dicembre 2020.

Le scontistiche previste sono cumulabili fino ad un massimo del 20%.

BANDO

Articolo 1 – Il Master

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC istituisce un concorso per l’ammissione al Master Universitario di 2° livello in In Management per il Settore Sanitario – STAR, di seguito semplicemente Master. La gestione e la frequenza al Master sono organizzate in conformità allo Statuto e ai Regolamenti di Ateneo oltre che al Regolamento dei Master universitari approvato dagli organi accademici.

Le competenze acquisite nel corso del Master possono far accedere a un inserimento qualificato nel mondo del lavoro, sia all’interno delle aziende sanitarie, sia all’interno di aziende produttive che operano per il settore sanitario (farmaceutiche, elettromedicali, dispositivi medici, etc).

 

Articolo 2 – Requisiti di ammissione

2.1 – Destinatari       

Il Master si rivolge a giovani laureati  in discipline economiche (Ingegneria Gestionale, Economia Aziendale) e scientifiche (Medicina e Chirurgia,  Giurisprudenza, Farmacia, Infermieristica, etc.) in possesso del diploma di laurea di secondo livello e a professionisti che lavorano in ambito sanitario, fortemente motivati a sviluppare competenze manageriali nel settore sanitario e socio-sanitario, in possesso del diploma di laurea di secondo livello.

2.2 – Titoli di studio necessari

Per l’ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea di 2° livello in una delle seguenti discipilne: Ingegneria, Economia, Medicina e Chirurgia, Giurisprudenza, Farmacia e Infermieristica. Eventuali ed ulteriori specialità/lauree saranno valutate da un’apposita Commissione.

2.3 – Titoli di studio conseguiti presso università non italiane

Per i titoli di studio conseguiti in università non italiane occorre la dichiarazione di valore in loco rilasciata dalla competente autorità diplomatica della rappresentanza italiana all’estero competente per territorio (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa di relativo timbro in originale e attestante gli anni di scolarità pregressa (minimo 12) e che ne attesti l’equivalenza con il corrispondente titolo italiano. I titoli vengono valutati da un’apposita Commissione.

 

Articolo 3 – Posti disponibili

3.1 – Partecipanti a pieno titolo

Il numero di iscritti effettivi è fissato in un minimo di 15 e in un massimo di 35 partecipanti.

3.2 – Laureandi

Sono ammessi laureandi (v.art.3 Regolamento Master).

3.3 – Partecipazione di Uditori

E’ ammessa la partecipazione di uditori (v.art.8 Regolamento Master).

 

Articolo 4 – Direzione e Comitato di Direzione Scientifica

Il Direttore del Master è Emanuele Porazzi.

Il Comitato di Direzione Scientifica è composto da: Croce Davide, Porazzi Emanuele, Dallari Fabrizio, Foglia Emanuela, Galli Francesco, Banfi Giuseppe, Crugnola Roberto.

 

Articolo 5 – Organizzazione didattica del Master

5.1 – Durata del Master e CFU

Il Master ha la durata di un anno accademico e riconosce 60 Crediti Formativi Universitari (CFU). Il Master è a tempo part time. Le ore d’aula frontale sono previste in un numero di 240 con crediti e 4 senza riconoscimento crediti, alle quali si aggiunge un tirocinio formativo. Il Piano degli Studi è allegato al presente Bando e ne costituisce parte integrante.

5.2 – Sede del Master

Le lezioni del Master si tengono presso Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza.

5.3 – Lingua

Le lezioni e le prove d’esame del Master si svolgono in lingua italiana.

5.4 – Calendario delle lezioni

Il calendario dettagliato delle lezioni e degli esami viene pubblicato sul sito del Master (Area riservata).

La giornata di apertura del Master è prevista per il giorno 20 aprile 2021.

Le discussioni dei progetti finali si terranno il 19 e 20 aprile 2022.

5.5 – Requisiti di Frequenza

Gli iscritti sono tenuti a seguire i corsi delle lezioni e a partecipare alle attività pratiche.

Per il conseguimento del Diploma di Master è richiesto il superamento delle prove di esame di ogni singolo corso e il rispetto della frequenza pari ad almeno il 70% di ogni singolo modulo costituito da un insieme di corsi omogenei sotto il profilo dei contenuti, nonché delle ulteriori attività previste nel Piano degli Studi. E’ inoltre indispensabile il superamento di un esame finale consistente nella discussione di una dissertazione scritta su una o più tematiche sviluppate durante il Master e/o approfondite durante il tirocinio.

 

Articolo 6 – Domanda di ammissione alla selezione e procedure di selezione

6.1 – Domanda di ammissione

Il costo di ammissione al processo di selezione è pari a Euro 50. Il candidato deve presentare domanda di ammissione al concorso di selezione compilando il modulo presente on line nella pagina del Master entro il 1 marzo 2021, allegando i seguenti documenti:

– per i possessori di titolo di studio conseguito in Italia:

  • copia del versamento di € 50;
  • autocertificazione (debitamente firmata) attestante conseguimento del Titolo di studio;
  • curriculum vitae con fotografia indicante la posizione lavorativa ricoperta attualmente ed il numero degli anni di lavoro;
  • fotocopia (fronte e retro) firmata della carta d’identità e del codice fiscale;
  • se studente extra U.E. il visto di ingresso per partecipare alla selezione o la ricevuta della richiesta di visto;
  • eventuali certificazioni di conoscenza di lingua italiana se disponibile: l’accertamento delle conoscenze linguistiche sarà comunque svolta dalla commissione di selezione;
  • eventuali lettere di referenza.

– per i possessori di titolo di studio conseguito all’estero:

  • copia del versamento di € 50;
  • certificato di laurea e diploma originale rilasciato dalla competente autorità accademica con relativa traduzione ufficiale in lingua italiana;
  • certificato attestante gli esami superati e relativa votazione rilasciato dalla competente autorità accademica;
  • dichiarazione di valore in loco della Rappresentanza italiana all’estero competente x territorio (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa di relativo timbro in originale e attestanti gli anni di scolarità pregressa (min. 12);
  • legalizzazione consolare di tutti i documenti redatti in lingua straniera ai fini della selezione;
  • curriculum vitae con fotografia indicante la posizione lavorativa ricoperta attualmente ed il numero degli anni di lavoro;
  • fotocopia fronte retro firmata del passaporto o della carta di identità ed eventuale codice fiscale;
  • se studente extra U.E. il visto di ingresso per partecipare alla selezione o la ricevuta della richiesta di visto;
  • eventuali lettere di referenza;
  • eventuali certificazioni di conoscenza di lingua italiana se disponibile: l’accertamento delle conoscenze linguistiche sarà comunque svolta dalla commissione di selezione.

I candidati di nazionalità straniera dovranno presentare la domanda in tempo utile per poter procedere con l’emissione del visto.

6.2 – Procedura di selezione

Le candidature pervenute saranno valutate da una specifica Commissione, composta dal Direttore del Master, dal Coordinatore del Master e da uno/due docenti del Master. La selezione dei candidati sarà effettuata mediante valutazione curriculare e colloqui individuali.

Al termine della selezione verrà stilato e pubblicato sulla relativa pagina web del Master l’elenco degli ammessi e verranno fornite le modalità per procedere alla formalizzazione dell’immatricolazione.

6.3 – Immatricolazione

L’iscrizione al Master verrà formalizzata compilando la domanda di immatricolazione reperibile on line all’indirizzo https://sol.liuc.it e con il pagamento della quota di iscrizione. La domanda dovrà essere stampata e presentata a mano o spedita tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno tipo 1 alla c.a. di Elisabetta Mentasti – Ufficio Master, Corso Matteotti, 22 – 21053 Castellanza (Va), entro 26 marzo 2021 (farà fede il timbro postale), allegando copia della ricevuta di pagamento.

Agli studenti immatricolati verrà rilasciata una tessera di riconoscimento, LIUC CARD, valida per l’intero percorso di studi. La LIUC CARD è strettamente personale e dovrà essere presentata in occasione di esami o altre attività previste dal percorso di studi come unico documento identificativo dello studente. Al termine degli studi o in caso di trasferimento, decadenza o rinuncia agli studi, tale documento deve essere restituito all’Ufficio Master.

Lo studente extra U.E. dovrà presentare inoltre il visto di ingresso per studio/permesso di soggiorno valido per la durata dell’intero Master o la ricevuta della richiesta di visto/permesso di soggirono.

6.4 – Smarrimento LIUC CARD

In caso di furto, smarrimento o distruzione della LIUC CARD, lo studente dovrà esplicitare le circostanze in cui è avvenuto il fatto e chiedere il rilascio del duplicato (il costo del duplicato della LIUC CARD è di 20,00 euro) presentando all’Ufficio Master:

  • domanda redatta in carta legale contenente le generalità del richiedente e il numero di matricola;
  • autodichiarazione di furto o smarrimento.

Lo studente è responsabile personalmente di eventuali alterazioni della propria LIUC CARD.

 

Articolo 7 – Tasse e contributi

7.1 – Iscritti a pieno titolo

La quota complessiva di partecipazione al Master è di Euro 7.500 oltre all’imposta di bollo.

La prima rata deve essere pagata al momento dell’iscrizione per l’importo di Euro 3.750 a cui va aggiunto l’importo dell’imposta di bollo pari a Euro 16.

La seconda rata deve essere pagata entro novanta giorni dall’inizio del Master per il valore di Euro 3.750.

E’ previsto uno sconto del 10% per tutti i candidati che presentaranno la domanda di ammissione entro lunedì 14 dicembre 2020.

7.2 – Iscrizione come uditore

La quota per gli uditori è fissata in Euro 7.500. La prima rata deve essere pagata al momento dell’iscrizione per l’importo di Euro 3.750; la seconda rata deve essere pagata entro novanta giorni dall’inizio del Master per il valore di Euro 3.750.

E’ previsto uno sconto del 10% per tutti i candidati che presentaranno la domanda di ammissione entro lunedì 14 dicembre 2020.

Alla domanda di iscrizione per uditore va sempre apposta la marca da bollo secondo il valore vigente.

7.3 – Restituzione delle tasse

In caso di attivazione del Master, come da Articolo 4 del Regolamento Master, i candidati iscritti non hanno diritto in nessun caso alla restituzione delle tasse, soprattasse e contributi pagati.

 

Articolo 8 – Decreto Rettorale di emanazione del Bando

Il Bando del Master è emanato con Decreto del Rettore e reso pubblico sul sito web dell’Università www.liucbs.it.

REGOLAMENTO

Articolo 1 – Ambito di applicazione

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC (di seguito definita LIUC) attraverso la Divisione Ricerca e Formazione (d’ora in poi denominata LIUC Business School) promuove, anche in collaborazione con altri Atenei italiani o stranieri, con Enti e soggetti pubblici o privati italiani o stranieri, Master universitari di primo e secondo livello (di seguito generalmente definiti Master).

I Master sono istituiti ai sensi dell’art. 28 dello Statuto, dell’art. 28 del Regolamento Generale di Ateneo, dell’art. 17 del Regolamento Didattico di Ateneo e organizzati nel rispetto del Regolamento di Ateneo per la Divisione Ricerca e Formazione e delle disposizioni del presente Regolamento.

Articolo 2 – Definizione e struttura

I Master universitari di primo e secondo livello hanno l’obiettivo di preparare i laureati al mondo del lavoro fornendo loro competenze utili all’inserimento in ambito professionale e lavorativo e/o di fornire gli strumenti necessari a chi già lavora e ha necessità di aggiornamento e approfondimento.

I Master hanno di norma la durata di un anno accademico e riconoscono almeno 60 Crediti Formativi Universitari secondo la normativa vigente. Sono previste ore di aula frontale, seminari ed altre attività (non inferiori a 240 ore), un tirocinio e/o la realizzazione di un project work.

Il numero minimo ed il numero massimo degli iscritti sono definiti nel Bando approvato per la partecipazione ai singoli Master (di seguito Bando), tenuto conto delle regole generali stabilite dalla LIUC Business School, dei requisiti di qualità della didattica d’aula e nel rispetto dell’equilibrio economico del Master.

Le materie di insegnamento possono essere integrate da corsi, conferenze e seminari su argomenti specialistici tenuti da studiosi delle varie materie. Il percorso formativo può essere a tempo pieno o parziale.

Il conseguimento dei crediti corrispondenti alle varie attività è subordinato, oltre al rispetto degli obblighi di frequenza e alla regolarità amministrativa, al superamento di tutte le prove di verifica programmate.

Articolo 3 – Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione al Master di primo livello è indispensabile il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea di cui al D.R. n.270/04 o titolo equipollente di precedenti ordinamenti;
  • altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Per l’ammissione al Master di secondo livello è indispensabile il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea magistrale di cui al D.R. n.270/04 o titolo equipollente di precedenti ordinamenti;
  • diploma di laurea di cui alla legge 341/90;
  • altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Il riconoscimento dell’idoneità dei titoli di studio conseguiti all’estero ai soli fini dell’ammissione ai corsi Master universitari è disposto da una Commissione appositamente nominata composta dal Rettore, dal Dean della Liuc Business School e dal Direttore della Divisione Didattica, nel rispetto degli accordi internazionali e delle disposizioni normative in materia.

Il candidato dovrà presentare domanda di ammissione alla selezione compilando il modulo presente on line all’interno del sito del Master, pagando la tassa di iscrizione alla selezione e inviando tutti i documenti specificati nel Bando. Le candidature saranno valutate da una specifica Commissione di selezione a tal fine nominata attraverso una o più delle seguenti modalità: valutazione curriculare, valutazione della esperienza lavorativa, valutazione delle motivazioni espresse nella domanda di ammissione, colloquio attitudinale/motivazionale, valutazione di conoscenza della lingua richiesta per la partecipazione, test d’ingresso.

Al termine della selezione verrà pubblicato online l’elenco degli ammessi al Master.

Il perfezionamento dell’immatricolazione avviene a seguito della compilazione online della domanda di immatricolazione e dell’invio della stessa, unitamente alla ricevuta del versamento, all’Ufficio Master, come previsto a Bando.

Le norme nazionali non consentono l’iscrizione contemporanea a più corsi di studio universitari. Il candidato pertanto dovrà dichiarare di non trovarsi in tale situazione di incompatibilità.

I laureandi, triennali o magistrali, in relazione al titolo necessario per l’ammissione al Master una volta superate le prove di selezione previste, possono iscriversi “in ipotesi” ai Master, presentando istanza al Direttore del Corso.

L’iscrizione potrà essere perfezionata solo dopo il conseguimento della Laurea purché la stessa sia stata ottenuta nell’Anno Accademico antecedente a quello di svolgimento del Master.

Nel caso lo studente non riuscisse a laurearsi nell’Anno Accademico antecedente, la sua iscrizione al Master sarà considerata nulla e gli importi pagati a titolo di frequenza restituiti o potrà, presentando istanza al Direttore del Corso, proseguire la frequenza al Master in qualità di uditore.

Nel rispetto di quanto previsto ai precedenti punti, i requisiti e le competenze necessari per l’ammissione agli specifici Master, coerenti con gli obiettivi dei corsi, sono definiti nei relativi Bandi.

Qualora, dopo una verifica dei requisiti, si rilevi che il candidato ammesso non possegga i requisiti richiesti nel Bando la sua iscrizione verrà invalidata.

Articolo 4 – Tasse e contributi

Le quote di partecipazione al Master e le modalità di versamento delle stesse sono indicate nel Bando.

I candidati dovranno dichiarare nella domanda di iscrizione di conoscere ed accettare l’Art. 27 del Regolamento Studenti, approvato con R.D. n.1269/38, che qui si intende richiamato ed applicato al Master, altresì dichiarando di accettare e riconoscere di non avere diritto in nessun caso, alla restituzione delle tasse, soprattasse e contributi pagati.

Articolo 5 – Prove di verifica

Per il conseguimento del Diploma di Master è richiesto il superamento delle prove di esame di ogni singolo corso e il rispetto della frequenza, laddove richiesta, pari ad almeno il 70% di ogni singolo corso o modulo costituito da un insieme di corsi omogenei sotto il profilo dei contenuti, nonché delle ulteriori attività previste nel Piano degli Studi. È inoltre indispensabile il superamento di un esame finale consistente nella discussione di una dissertazione scritta su una o più tematiche sviluppate durante il Master e/o approfondite durante il tirocinio.

La Commissione degli esami di profitto è definita dal Direttore del Master.

Le sessioni degli esami di profitto sono programmate nel calendario. Per ogni esame dovrà essere prevista un appello d’esame suppletivo per eventuali recuperi. I voti d’esame sono espressi in trentesimi.

La Commissione giudicatrice dell’esame finale è costituita da cinque docenti del Master. La votazione finale tiene conto delle valutazioni conseguite nelle attività formative precedenti, in particolare della media ponderata delle votazioni in trentesimi espressa in centodecimi, cui è possibile aggiungere fino ad un massimo di otto centodecimi, avuto riguardo alle altre attività svolte (tirocinio, project work, tesi, ecc.) e alla valutazione complessiva dello studente.

Tutte le tesi dei corsi Master devono essere sottoposte alla valutazione del software antiplagio. Qualora la verifica antiplagio dovesse evidenziare parti dell’elaborato non genuine, l’estensore non sarà ammesso a sostenere la discussione della tesi, fatta salva, laddove applicabile, la normativa prevista nel R.D. 20 giugno 1935, n. 1071 Modifiche ed aggiornamenti al testo unico delle leggi sulla istruzione superiore ed alla L. n. 475 del 19.4.1925 di Repressione della falsa attribuzione di lavori altrui da parte di aspiranti al conferimento di lauree, diplomi, uffici, titoli e dignità pubbliche.

È prevista una sessione ordinaria di tesi ed una di eventuale recupero in caso di gravi e giustificati motivi da parte del candidato. Tra la prima e la seconda sessione devono intercorrere almeno 20 giorni lavorativi.

Per i Master con più di 50 iscritti possono essere previste due sessioni ordinarie di tesi ed una eventuale straordinaria.

A coloro che abbiano superato l’esame finale viene rilasciato il Diploma di Master universitario di primo o secondo livello.

Nel caso in cui lo studente, per giustificato motivo oggettivo, non riuscisse a sostenere la prova finale entro la seconda sessione di tesi programmata, potrà chiedere di poter discutere nella sessione di tesi di un’edizione successiva presentando istanza con marca da bollo al Direttore del Master, pagando le vigenti spese di segreteria. Nel caso in cui l’Università non avviasse una nuova edizione allo studente verrà rilasciata una certificazione di frequenza del Master, ma non potrà essere rilasciato il titolo legale.

Articolo 6 – Richiesta sospensione ed iscrizione ad edizione successiva

Lo studente iscritto ad un Master che non abbia ancora sostenuto tutti gli esami può presentare al Direttore del Master istanza di sospensione per giustificato motivo oggettivo con conseguente chiusura della carriera, previo saldo dell’intero importo dovuto riportato a Bando. Potrà in seguito, nel caso in cui siano attivate ulteriori edizioni, completare il Master nella sola prima edizione utile riscrivendosi e presentando al Direttore del Master una seconda istanza di immatricolazione con riconoscimento dei crediti già acquisiti e dei versamenti già effettuati, pagando la vigente tassa di segreteria, l’imposta di bollo secondo il valore vigente e l’eventuale integrazione di quanto dovuto per la copertura dei costi della nuova edizione.

Nel caso in cui la sospensione dal Master non fosse avvenuta per giustificato motivo oggettivo, lo studente dovrà versare l’eventuale saldo delle tasse dell’edizione Master alla quale era originariamente iscritto. Nel caso in cui decidesse di riscriversi ad un’edizione successiva del Master dovrà pagare interamente l’importo relativo alla nuova edizione e, pagando la vigente tassa di segreteria, gli verranno riconosciuti i crediti acquisiti compatibili con il piano di studi relativo alla nuova edizione. Le istanze validate dal Direttore del Master verranno vagliate dal Dean della Liuc Business School. Se nessuna edizione successiva dovesse essere attivata, lo studente non potrà completare il percorso Master.

Articolo 7 – Ritiro del partecipante

Lo studente che si ritira dal Master produce istanza da sottoporre alla firma del Direttore del Master ed è tenuto a versare l’intera quota di iscrizione.

Articolo 8 – Uditori

I singoli Bandi possono prevedere l’ammissione di uditori all’intero Master. Il numero degli uditori non può superare il 20% degli iscritti a pieno titolo. L’iscrizione come uditore può essere ammessa, nei limiti stabiliti, solo a soggetti non in possesso dei titoli di ammissione necessari. In nessun caso sarà quindi possibile convertire l’iscrizione come uditore in un’iscrizione effettiva al Master.

Gli uditori all’intero Master possono ottenere una dichiarazione di frequenza se frequentano almeno il 70% delle attività previste, ad eccezione del tirocinio, ma non possono ottenere il riconoscimento di Crediti Formativi Universitari.

Articolo 9 – Norme etiche

Gli studenti dei Master universitari sono a pieno titolo studenti dell’Università con tutti gli obblighi e i diritti degli studenti dei corsi di laurea attivi. Le violazioni al Codice etico e disciplinare della comunità universitaria adottato dall’Università e pubblicato sul sito Internet dell’Università all’indirizzo http://www.liuc.it/chi-siamo/statuto-codice-etico/codice-etico/ sono oggetto di procedure disciplinari.

Articolo 10 – Proposta di attivazione

La proposta di attivazione di un Master universitario può venire da un docente strutturato o non strutturato oppure da un cliente potenziale.

Il Dean della LIUC Business School ha il compito di valutare le proposte di attivazione che, saranno presentate al Consiglio Accademico. L’attivazione dei Master universitari è disposta con Decreto del Rettore a seguito di delibera del Consiglio di Amministrazione su proposta del Consiglio Accademico.

Le proposte sono deliberate dagli organi competenti di norma entro il 30 luglio.

La proposta dovrà essere redatta secondo lo schema predisposto dagli uffici competenti e, di norma, dovrà specificare:

  1. la denominazione del corso e la specifica ”Master di I° livello” oppure “Master di II° livello”;
  2. la lingua del corso e gli eventuali requisiti di competenza linguistica necessari;
  3. i requisiti di partecipazione al concorso di selezione in termini di titoli di studio necessari fermi restando i requisiti minimi di legge e altri requisiti in termini di competenze ed esperienza richieste;
  4. il profilo professionale e le competenze attese in uscita;
  5. l’indicazione del Direttore del Master;
  6. la composizione del Comitato di Direzione scientifica, se istituito, con un numero di membri non inferiore a tre;
  7. il numero massimo di studenti ammessi ed il numero minimo previsto per l’attivazione del corso;
  8. l’eventuale ammissione di uditori;
  9. la durata del corso e se il corso è full time / part time;
  10. il target di prezzo specificando le eventuali rateizzazioni;
  11. il piano finanziario (budget);
  12. la sede del corso, le eventuali altre sedi universitarie con cui consorziarsi e il loro apporto nel contesto didattico, organizzativo e finanziari;
  13. il Piano degli Studi (aula e attività specifiche come project work, tesi, stage etc., definite all’interno del programma);
  14. il Syllabus di dettaglio di ogni singolo corso con indicazione dei docenti previsti;
  15. eventuali enti e soggetti esterni che collaborano allo svolgimento del Master.

L’Università si riserva di non attivare il Master in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti, dandone tempestiva comunicazione agli interessati entro il 10° giorno antecedente la data prevista di inizio. In caso di mancata attivazione del Master, si provvederà a restituire le eventuali somme incassate dall’Università con esclusione di ulteriori altre spese, materiali e non, sostenute dal candidato.

Articolo 11 – Organi del Corso

Il Direttore del Master esplica la sua attività nel rispetto dello Statuto, del Regolamento didattico di Ateneo e del Regolamento di Ateneo per la Divisione Ricerca e Formazione e del Codice Etico.

Il Direttore:

  • propone al Dean della LIUC Business School il corpo docenti del Master;
  • può nominare un Coordinatore delegandolo alla cura degli aspetti organizzativi;
  • assume la responsabilità del funzionamento del corso e assicura lo svolgimento di tutte le attività organizzative definite nella programmazione didattica;
  • assegna le tesi;
  • firma i diplomi congiuntamente al Rettore e al Direttore Generale.

Può essere istituito un Comitato di Direzione Scientifica che, insieme al Direttore, provvede ad orientare il Master sul piano dei contenuti necessari per una proficua formazione degli studenti. Il Comitato di Direzione Scientifica è composto da membri appartenenti al mondo universitario o qualificati professionisti del settore e resta in carica per l’intera durata del Master.

Articolo 12 – Bando di attivazione

Il Bando, emanato con Decreto del Rettore, deve contenere: la denominazione del Master, eventuali Partnership, gli obiettivi e la lingua del Master, le modalità di iscrizione, i requisiti di accesso e gli eventuali titoli di studio valutabili, la documentazione richiesta, i termini e le modalità di svolgimento della selezione, il numero minimo e massimo degli allievi previsti, la sede, la durata, il piano degli studi, il calendario delle lezioni, la quota di partecipazione, le eventuali agevolazioni economiche.

Qualora fossero previste Borse di studio, per la copertura totale o parziale della retta di iscrizione al Master, verrà emanato uno specifico Bando per la loro assegnazione.

Articolo 13 – Piano Finanziario

Il Budget è predisposto dal Direttore del Master secondo un apposito modello. Il Budget deve riportare le fonti di finanziamento del Master (tasse a carico degli studenti, contributi di aziende o enti) e i costi preventivati. Il Budget deve includere tutti i costi variabili specifici del Master e deve includere un margine di contribuzione ai costi generali e al funzionamento dell’Università. Il Budget deve essere approvato dal Dean della LIUC Business. Il Budget operativo autorizza il Direttore del Master a richiedere agli istruttori dell’Ufficio Master l’emissione di ordini interni nei limiti previsti dal Budget stesso.

Articolo 14 – Valutazione del Master

Il livello qualitativo del Master, delle attività formative svolte durante il Corso e dei docenti sono oggetto di periodica analisi verificato tramite somministrazione di questionari di valutazione.

Articolo 15 – Decreto Rettorale di emanazione del Regolamento

Il presente Regolamento è emanato con Decreto del Rettore ed entra in vigore il giorno successivo a quello di emanazione dandone adeguata forma di pubblicità sul sito Web dell’Università.

PIANO DI STUDI

MODULI CORSI SETTORE ORE CREDITI MOD. VALUTAZIONE (VOTO/GIUDIZIO)
DISCIPLINARE AULA
Il contesto Politiche e modelli dei sistemi sanitari ING–IND/35 16 3 VOTO
Totale modulo 16 3
Organizzazione delle Aziende Modelli Organizzativi Ospedalieri e dell’assistenza Sanitaria e Socio Sanitaria ING–IND/35

 

24 4  

VOTO

Principali attività e processi aziendali ING–IND/35 16 3 VOTO
Modelli Organizzativi nelle attività di supporto tecnico logistico ING–IND/17 14 2 VOTO
Totale modulo 54 9
Gestione e analisi delle perfomance Qualità e Rischio Clinico MED/42 7 1 VOTO
ING–IND/17 7 1
Health Technology Assessment: management e gestione delle tecnologie sanitarie ING–IND/35 24 4 VOTO
I sistemi di Governo e valutazione delle performance ING–IND/35 24 4 VOTO
Totale modulo 62 10
Le scelte strategiche

 

Acquisti in Sanità ING–IND/35 16 3 VOTO
Marketing Sanitario ING–IND/35 24 4 VOTO
Modelli di Information Technology in ambito sanitario ING–IND/35 14 2 VOTO
Totale modulo 54 9
Tecniche di comunicazione SPS/08 16 3 VOTO
Soft Skills

 

Sistemi di gestione del personale SECS-P10 14 2 VOTO
Gestione del Team e leve motivazionali SECS-P10 24 4 VOTO
54 9
Totale ore 240 40
Totale ore d’aula con crediti 240
Totale ore d’aula senza crediti 4
TIROCINIO FORMATIVO 300 20
Totale Ore MASTER 540 60

BORSE DI STUDIO

SYLLABUS

MODULO 1° IL CONTESTO

Insegnamento di Politiche e modelli dei sistemi sanitari

Docenti:

DAVIDE CROCE: Dal 2003 Davide è Direttore del Centro sull’Economia e il Management in Sanità e nel Sociale. È progettista e direttore scientifico in corsi di formazione nell’ambito dell’economia e del management sanitario. È inoltre progettista e coordinatore di attività di ricerca nell’ambito dell’organizzazione, della valutazione economica e del sistema di formazione in sanità. Tra gli ambiti in cui Davide è specializzato, vi sono la politica sanitaria (ad esempio attraverso la programmazione, progettazione finanziamento e valutazione della formazione in sanità; la comparazione tra i servizi sanitari nazionali e internazionali; costruzione dell’academy in leadership e management per il national department of health, sudafrica; Controllo della spesa farmaceutica ospedaliera attraverso un modello di PDT e sua verifica, valutazione dell’impiego del digitale terrestre per l’informazione all’utente nella sanità); studi per le valutazioni economiche; valutazione ed impact assessment; management sanitario quali benchmarking gestionale; cost cutting per le aziende sanitarie lombarde, revisione organizzativa del CTO di Torino, introduzione del sistema di budgeting e reporting del Johannesburg Hospital (Sud Africa); sviluppo del modello di organizzazione per intensità di cura, valutazione dei PDT/PDTA; performance management nelle aziende sanitarie lombarde.

UMBERTO RESTELLI: ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Gestione Integrata d’Azienda presso l’Università Cattaneo – LIUC. È docente a contratto del corso “Modelli di funzionamento dei sistemi sanitari”. È “honorary senior lecturer” presso la School of Public Health, Faculty of Health Sciences della W itwatersrand University di Johannesburg. I suoi principali interessi di ricerca includono l’Economia Sanitaria, l’Health Technology Assessment e il Management Sanitario. Nel dettaglio, la valutazione dell’impatto delle tecnologie sanitarie a livello meso e macro (adattamento di modelli di costo-efficacia e costo-utilità, implementazione di modelli di valutazione di impatto sul budget, valutazione dell’impatto organizzativo, analisi di costo-beneficio). Ha collaborato e/o coordinato più di 50 progetti di ricerca per committenti quali: la Commissione Europea; l’Organizzazione Mondiale della Sanità; il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; il Ministero della Salute; il Ministero degli Affari Esteri; strutture ospedaliere, aziende sanitarie locali, aziende farmaceutiche.

SIMONA BARBETTI: è iscritta all’Albo degli Avvocati della Provincia di Perugia ed esercita la professione collaborando con lo studio dell’Avv. Fabrizio Domenico Mastrangeli nelle materie di diritto del lavoro, pubblico impiego e nelle materie di previdenza sociale. Negli ultimi anni: ha sottoscritto un contratto per prestazione di lavoro autonomo professionale presso la Facoltà di Giurisprudenza di Perugia avente ad oggetto l’attività di docente tutor per l’insegnamento di diritto regionale e degli enti locali; presso la medesima Università ha svolto attività di Manager Didattico nel Master di I livello in “Legislazione scolastica e Management della negoziazione”. Più recentemente ha approfondito tematiche correlate alla funzione dirigenziale all’interno del SSN.

ENRICO FRISONE: può vantare numerose attività didattiche e di coordinamento di attività didattiche in Master di I livello e II Livello presso diversi atenei (Università degli Studi di Pavia, Università “Vita e Salute” Ospedale San Raffaele Milano, Università IULM Scuola di Comunicazione, oltre che la LIUC – Università Cattaneo) rivolti a Infermieri e Responsabili sanitario e dei servizi socio – sanitari di residenza sanitaria per anziani – RSA). Tra gli ambiti di docenza: Infermieristica clinica in Chirurgia Generale e Infermieristica Generale con contenuto Management Sanitario e Infermieristico; Organizzazione delle Professioni Sanitarie; Epidemiologia e organizzazione assistenziale del territorio; Clinical Risk Management Infermieristico.

 

Il corso si prefigge di fornire gli elementi principali di politica sanitaria, permettendo la conoscenza delle peculiarità del settore, che ne condizionano il funzionamento, introducendo i discenti al contesto sanitario.

Il corso inoltre offre gli elementi per comprendere l’evoluzione del sistema sanitario, toccando temi come i livelli di assistenza e clinical goverance.

Contenuti

  • Principi e regolazione della PA
  • Fondamenti di diritto sanitario: costituzione, organizzazione, finanziamento, reclutamento e ruolo del personale
  • il concetto di salute ed i suoi determinanti
  • Trend del settore Sanitario e Socio-sanitario
  • caratteristiche del settore sanitario
  • la forma organizzativa
  • La regione come soggetto titolare del servizio di assistenza sanitaria
  • sistemi sanitari comparati
  • efficienza ed efficacia di un servizio sanitario
  • autorizzazione accreditamento e accordo contrattuale
  • Allocazione delle risorse per il SSN e Regionale
  • remunerazione delle prestazioni
  • I livelli essenziali di assistenza
  • integrazione e cronicità
  • comportamento del consumatore
  • ricerca informazioni
  • La Clinical Governance

 

MODULO 2° ORGANIZZAZIONE DELLE AZIENDE

Insegnamento di Modelli organizzativi ospedalieri e dell’assistenza Sanitaria e Socio Sanitaria

 

Docenti:

GABRIELLA MONOLO: Direttore Sociosanitario nell’ASST Milano Ovest, in precedenza nell’ASST di Vimercate. Esercita il ruolo manageriale nella direzione strategica aziendale partendo dall’esperienza di contributi di programmazione e di gestione per i servizi e attività nell’area sociosanitaria a favore dell’evoluzione del Sistema Sociosanitario Regionale. Ha improntato il ruolo manageriale pluriennale allo sviluppo di sistemi innovativi e sostenibili di cura e assistenza a favore di persone fragili e con bisogni complessi: assistenza domiciliare integrata, rete di cure palliative, interventi a favore di gravi disabilità. Nella realizzazione di processi operativi in risposta ai bisogni complessi ed emergenti di cura e assistenza, senza trascurare l’aspetto formativo della futura classe dirigente, ha mostrato la sua capati organizzativa e creatività. Etica, professionalità e curiosità per l’essere umano sono i valori fondanti della sua carriera professionale, iniziata in Africa come medico nella cooperazione internazionale nel 1985. Ha ricoperto anche il ruolo di amministratore pubblico comunale come esperienza di servizio alla comunità. Ha supportato la carriera professionale mediante la formazione specialistica in pediatria, malattie infettive e medicina palliativa. L’attività manageriale è stata supportata da corsi specifici e approfondimenti tematici, senza trascurare di coltivare una cultura di più ampio respiro sulla salute globale.

MAURO MARTINI: laureato in Medicina e Chirurgia nel 1980 è specialista in scienza dell’alimentazione e ha conseguito un master di II° livello in Medicina termale. Lavora come medico di famiglia dal 1980 presso la AST Milano nel distretto di San Donato Milanese. Presidente per anni di un sindacato medico della medicina generale ha partecipato per anni alle trattative aziendali, regionali e nazionali per i contratti della medicina generale. Presidente dei revisori dei conti dell’Ordine dei Medici di Milano per una legislatura è ora presidente di una cooperativa di medici di medicina generale per la presa in carico della cronicità in Regione Lombardia.

ANTONIO SEBASTIANO: è Ricercatore TDa di Organizzazione Aziendale e docente di Organizzazione e Sistemi Informativi (Scuola di Economia) e di Modelli di Funzionamento delle Aziende in Sanità (Scuola di Ingegneria Gestionale) presso la LIUC – Università Cattaneo, dove dal 2006 dirige anche l’Osservatorio Settoriale sulle RSA. Nel 2013 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Gestione Integrata d’Azienda con dignità di stampa presso la LIUC – Università Cattaneo. Le sue aree di competenza riguardano l’economia e la gestione delle aziende sanitarie e socio-sanitarie, con particolare riferimento alle tematiche inerenti i sistemi operativi di gestione del personale ed il comportamento organizzativo. Dal 2006 collabora su alcune attività di ricerca in materia HRM con il Dipartimento di Management della IESEG School of Management (Francia). Ha pubblicato articoli e contributi su importanti riviste internazionali come European Management Journal, Personnel Review, Evaluation and Program Planning e The International Journal of Human Resources Management.

 

Il corso si prefigge di fornire una panoramica sui diversi modelli organizzativi e istituzionali delle aziende sanitarie e socio sanitarie. I discenti saranno in grado di progettare l’organizzazione delle struttura a livello micro e macro.

Il corso offre ai discenti la possibilità di comprendere l’assetto istituzionale delle Aziende Sanitarie pubbliche nonché la loro struttura organizzativa suddivisa in i Dipartimenti e le Unità Operative.

Contenuti

  • Forme e assetti organizzativi nelle Aziende Sanitarie
  • L’assetto istituzionale delle Aziende Sanitarie pubbliche (ospedaliere, fondazioni e territoriali)
  • La struttura organizzativa nelle Aziende Sanitarie: i Dipartimenti e le Unità Operative
  • L’organizzazione del lavoro: le componenti dell’organizzazione e nuovi modelli organizzativi
  • I modelli organizzativi nelle attività di supporto amministrativo e tecnico – logistico
  • Logiche di progettazione dell’organizzazione a livello macro e micro
  • Aree omogenee e complessità assistenziale
  • Riorganizzazione dei dipartimenti per un miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza aziendale
  • I bisogni dell’utente nel processo di Dipartimentalizzazione
  • I modelli di analisi dati per la programmazione;
  • Il regime delle prestazioni sanitarie;
  • I livelli essenziali di assistenza;
  • Autorizzazione, accreditamento e accordi contrattuali;
  • Servizi sociali e territoriali (piani di zona, ruolo e competenze degli assistenti sociali, ecc.).
  • Servizi sociosanitari (ADI, ruolo e responsabilità MMG, ecc.).
  • Le Istituzioni (Conferenza dei Sindaci, Servizio Sociale Professionale Territoriale dei Comuni – SSPT, ecc.)
  • I nuovi assetti di sistema
  • I POAS
  • Il Piano Nazionale della Cronicità
  • Le riforme regionali: logiche e principi
  • I pazienti cronici e la loro gestione

 

Insegnamento Principali attività e processi aziendali

Docenti:

EMANUELE PORAZZI: è laureato in economia aziendale nel 2001, successivamente ha conseguito un dottorato in gestione integrata di azienda. Dal 2001 collabora con il Centro sull’Economia e il Management nella Sanità e nel Sociale della Business School della LIUC – Università Cattaneo approfondendo i temi di organizzazione e controllo di gestione nelle aziende sanitarie e socio sanitarie. Dal 2008 è il Direttore dei Master per funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie. Tra le metodologie oggetto di studio e di docenza si segnalano in particolar modo quella del benchmarking, del business process reengineering, del break even point e activity based costing.

ELISABETTA GARAGIOLA: è lecturer per l’Insegnamento di “Gestione dei Processi Logistico Produttivi” del Corso di Laurea magistrale in Ingegneria gestionale, e per gli insegnamenti di “Modelli di funzionamento delle Aziende in Sanità” e “Progettazione della Supply Chiin” del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale per la Produzione Industriale. Dal 2013 collabora stabilmente con il Centro in Economia e Management in Sanità e nel Sociale e il Centro sulle Operations, la Logistica & Supply Chain Management della LIUC Business School.

Nel 2017 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Discipline Manageriali, Finanziarie e Giuridiche per la Gestione Integrata d’Azienda, Curriculum Management Science presso la LIUC – Università Cattaneo.

Ha collaborato in più di 15 progetti di ricerca all’interno del contesto sanitario e socio-sanitario, con un focus particolare sull’implementazione di strumenti di management sanitario (mappatura di processi, performance management, business process reengineering, lean organisation, benckmarking activity based costing, ottimizzazione dei processi e dei percorsi di cura, logistica e supply chain, HTA).

Si è occupata della ottimizzazione dei processi nelle Unità Operative di Neurologia e Oculistica, della mappatura e valorizzazione economica del percorso del paziente HIV e del paziente settico, della valutazione dell’impatto sul budget regionale dei percorsi di screening alla mammella e dei nuovi trattamenti farmacologici per la patologia dell’HCV.

Inoltre ha approfondito i processi di distribuzione territoriale delle tecnologie sanitarie, studiandone le performance da un punto di vista quantitativo e qualitativo, e ha analizzato la pharma supply chain italiana, assumendo il punto di vista di tutti gli attori coinvolti.

E’ docente nei Master Universitari di management di primo livello in management dell’area sanitaria dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC sulle tematiche di processi aziendali, lean thinking e Business Process Reengineering. Sulle stesse tematiche ha effettuato docenza per Programma INPS Valore P.A (in collaborazione con LIUC), all’interno del modulo “Innovazioni metodologiche e organizzative per il management ospedaliero e del territorio”.

CATERINA BIANCIARDI: ha conseguito una laurea in ingegneria gestionale nel 2012 e si occupa di temi inerenti il Lean Management e l’Operations Management. E’ coordinatore scientifico del master di secondo livello in Lean Healthcare Management dell’Università degli Studi di Siena e è autore di numerose pubblicazioni sul tema. Lavora attualmente presso l’Azienda ospedaliera di Alessandria dove è coordinatrice del team di Gestione Operativa e responsabile dei corsi lean aziendali

 

Il corso si prefigge di fornire conoscenza dei principali processi sanitari e di supporto all’interno del contesto aziendale., toccando temi come la mappatura dei processi, PDT, PDTA, PAI, con il relativo inquadramento teorico.

Il corso offre ai discenti gli strumenti per la revisione dei processi organizzativi in modo coerente con le esigenze aziendali e regionali.

Contenuti

  • Struttura aziendale e processi
  • Processi e organizzazione
  • La cultura del processo
  • Definizione di processo aziendale
  • Mappatura dei processi
  • PDT-PDTA-PAI: inquadramento teorico
  • I ruoli organizzativi e la gestione dei PDT
  • I nuovi modelli di erogazione delle prestazioni sanitarie
  • Metodologie e strumenti per la revisione dei processi organizzativi

 

Insegnamento di Modelli Organizzativi nelle attività di supporto tecnico logistico

Docenti:

ANGELO CAMMARATA: Angelo Cammarata si è laureato in giurisprudenza nel 1992 con tesi in politica economica industriale. Dal 1994 ha lavorato nel mondo sanitario e in particolare nell’Azienda ospedaliera Sant’Anna di Como e nell’Azienda ospedaliera ospedale civile di Legnano (poi ASST Ovest Milanese) soprattutto nell’ambito della direzione sanitaria e delle strutture che si occupano di acquisti. Dal 2004 è dirigente amministrativo e si è occupato del coordinamento delle strutture amministrative aziendali, acquisizione di beni e servizi, gestione dei contratti, coordinamento dell’attività informatica, della logistica e gestione operativa. Attualmente ricopre gli incarichi di direttore del dipartimento amministrativo, direttore degli acquisti e appalti, direttore dei sistemi informativi, responsabile della gestione operativa presso l’ASST Ovest Milanese.

ALESSANDRO CREAZZA: è Professore Associato di Logistica e Supply Chain Management presso la Scuola di Ingegneria Industriale dell’Universita’ Cattaneo LIUC e Visiting Fellow presso la Facoltà di Business, Law and Politics dell’Università di Hull in Regno Unito. Ha ottenuto il titolo di dottore di ricerca in Gestione Integrata d’Azienda presso la LIUC e ha completato un Executive MBA presso il MIP Politecnico di Milano. Dal 2016 è Fellow della Higher Education Academy, UK. Prima del suo ruolo attuale presso la LIUC, è stato Reader in Logistics e Supply Chain Management presso la Hull University Business School, nel Regno Unito. È specializzato in tematiche di progettazione e gestione di reti logistiche internazionali e le sue aree di ricerca comprendono supply chain network design con considerazioni di rischio e sostenibilità, logistica sanitaria, Logistica 4.0 e Industry 4.0. Sta attualmente collaborando alla realizzazione di progetti riguardanti la gestione dei Cyber Risk nelle Supply Chain con applicazioni di architetture basate su Blockchain e riguardanti l’applicazione dei principi della Circular Economy alla progettazione di supply chain sostenibili. Ha sviluppato una vasta conoscenza ed esperienza in ambito di logistica e di gestione della supply chain, unendo qualifiche accademiche ad esperienze professionali (progetti di ricerca e consulenza). Ha ottenuto fondi di ricerca per oltre 850.000 euro come principal e co-investigator. Durante la sua esperienza lavorativa in Regno Unito ha partecipato alla realizzazione di progetti di ricerca finanziati dal governo britannico per il ribilanciamento dei flussi logistici in Gran Bretagna, con particolare riferimento al potenziamento dei sistemi di trasporto intermodali e delle reti distributive multi-prodotto.

È stato Director del programma di studio del Master in Logistics and Supply Chain Management della Hull University Business School dal 2013 al 2017 e ha contribuito allo sviluppo ed erogazione in qualità di docente di corsi executive e di formazione manageriale presso una varietà di istituzioni ed enti pubblici e privati. È autore di oltre 90 pubblicazioni a livello internazionale e nazionale, e fa parte del board dei reviewer di svariati journal del settore fra cui International Journal of Production Research, Journal of Environmental Management e Supply Chain Management: an international Journal.

 

Il corso si prefigge di presentare una visione completa delle principali attività di supporto amministrativo e tecnico-logistico. I discenti saranno in grado di programmare e valutare le modalità di esternalizzazione dei servizi e gestione dell’outsourcing tecnologico.

Il corso offre ai discenti gli strumenti per comprendere la supply chain farmaceutica, la gestione degli ordini e delle scorte e quella relativa al magazzino.

Contenuti

  • Strumenti per il cambiamento organizzativo
  • I modelli organizzativi nelle attività di supporto amministrativo e tecnico – logistico
  • Programmazione, valutazione e gestione dell’outsourcing tecnologico
  • La supply chain farmaceutica
  • Modelli di farmaco utilizzazione: pharmaceutical care
  • I modelli di analisi dati per la programmazione, le reti e il sharing service
  • La gestione degli ordini e delle scorte
  • La gestione del magazzino
  • L’esternalizzazione dei servizi: outsourcing (gestione in service, global service, società miste, gestione lavoro interinale)
  • Attività di contracting

 

MODULO 3° GESTIONE E ANALISI DELLE PERFORMANCE

Insegnamento di Qualità e Rischio Clinico

Docenti:

GIUSEPPE BANFI: Attualmente lavora a Milano come Direttore dei Programmi di Ricerca Scientifica presso IRCCS, (Ospedale Scientifico e Insegnamento) Istituto Galeazzi, è Direttore Generale di Fondazione Centro San Raffaele, Professore Ordinario di Medicina di Laboratorio Clinico presso La Scuola di Medicina, University Vita –Salute San Raffaele e membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Istituto Insubrico Ricerca per La Vita Foundation.

ANNA VANZAGO: laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Milano, collabora con il Centro sull’Economia e il Management nella Sanità e nel Sociale della Business School della LIUC – Università Cattaneo dal 2009. Attualmente ricopre il ruolo di coordinatrice di diversi progetti formativi, sviluppati nei settori del management e dell’economia sanitaria. Tra gli argomenti di approfondimento e di docenza si segnala in particolar modo l’ambito della metodologia della ricerca qualitativa, nonchè il supporto metodologico alla stesura della tesi finale/ nei percorsi di studio in cui è richiesta.

ADRIANO CARENZA: è laureato in Corporate & Investment Banking. Ha conseguito un Master di II livello in Direzione e Management delle Aziende Sanitarie ed un Master di I livello in Auditing & Controllo Interno. Dal 2013 collabora con la School of Management dell’Università LUM Jean Monnet dove riveste la carica di responsabile del Controllo di Gestione e si occupa della progettazione della formazione post graduate. Dal 2018 assume gli stessi incarichi anche per la LUM Business School & Consulting, spin-off dell’Università LUM Jean Monnet. Dal 2015 è cultore della materia di Risk Management & Controllo delle Aziende Sanitarie, di Diritto Sanitario, Economia e Politiche Sanitarie e Costi Standard oltre che Competenze per la Leadership. Dal 2016 in poi è Coordinatore Scientifico di diversi Corsi e Master di I e II livello tra cui i Master “Strumenti per il Controllo, Lean Process e Logistica Sanitaria del Farmaco”; “Area Critica, Emergenza Territoriale ed Elisoccorso”; Organizzazione e Gestione delle Interazioni Ospedale-Territorio; “Big Data Analytics in Health Care”; “Insurance & Risk Management”. È Dottore Commercialista; è Membro dell’Institut CEDIMES (Coordination d’Etudes du Développement et des Mouvements Economiques et Sociaux) con sede a Parigi e diretto dal Prof. Claude Albagli; è membro dello Staff di Direzione di National Rescue Council – Training School dove ricopre la carica di Direttore della U.O. Formazione.

 

Il corso di Qualità e Rischio Clinico all’interno di strutture complesse si propone di approfondire gli elementi strutturali di un’azienda sanitaria in ottica di miglioramento continuo in modo da formare i discenti all’utilizzo degli strumenti a supporto del processo decisionale per un controllo strategico degli elementi che incidono sugli aspetti qualitativi.

Il corso affronta anche il tema della qualità, partendo dalla sua definizione e presentando i modelli teorici disponibili per garantire il miglioramento continuo delle prestazioni erogate e dei metodi di monitoraggio e valutazione della qualità. Viene, infine, approfondito anche il risk management in ambito sanitario.

Contenuti

  • Definizione e significato di qualità
  • Modelli teorici della qualità
  • Metodi e strumenti per la valutazione della qualità
  • Risk management
  • Clinical risk management e studio dei fattori umani
  • La manutenzione del processo di miglioramento della qualità
  • Le caratteristiche della performance qualitative dei processi
  • La valutazione della performance qualitative di processo

 

Insegnamento di Health Technology Assessment: management e gestione delle tecnologie sanitarie

Docenti:

EMANUELA FOGLIA: è Professore a contratto per l’Insegnamento di “Modelli di Funzionamento dei Sistemi Sanitari” nel Corso di Laurea magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale. È inoltre docente di Gestione di Azienda Sanitaria, Controllo di Gestione, Valutazione delle Tecnologie Sanitarie e di Metodologie della Ricerca per i Master di Primo e Secondo livello in ambito sanitario, nonché per molti Corsi di formazione rivolti al personale sanitario. Dal 2006 collabora stabilmente con il Centro in Economia e Management in Sanità e nel Sociale della Business School di LIUC – Università Cattaneo. Nel 2010 ha concluso il percorso di Dottorato in Gestione Integrata d’Azienda presso la LIUC – Università Cattaneo. È stata assegnista di Ricerca presso la Scuola di Ingegneria Industriale SSD ING-IND/35 Ingegneria economico-gestionale, dal 2011 al 2013. I suoi interessi di ricerca si focalizzano soprattutto sulla valutazione delle tecnologie sanitarie, sia attraverso applicazione di metodiche multidisciplinari, quali l’HTA, sia attraverso lo sviluppo di valutazioni economiche e modelli predittivi, quali quelli Markoviani, nonché sulla valutazione delle performance delle organizzazioni sanitarie e dei modelli organizzativi, sulle metodologie della ricerca tanto qualitativa quanto quantitativa. Ulteriori aree di interesse sono le attività di cooperazione con paesi del Terzo Mondo e con Organizzazioni Internazionali, per lo sviluppo dei sistemi sanitari. Ha coordinato più di 40 progetti di ricerca. Si sta occupando di valutazione di tecnologie sanitarie nel contesto del percorso del paziente diabetico, all’interno dell’Area Oftalmologica, con riferimento alle alternative tecnologiche nel mondo dell’HIV e delle malattie sessualmente trasmissibili, nonché nel campo dell’immuno-oncologia. In tema di gestione, si sta occupando della ottimizzazione dei processi e dei percorsi all’interno di differenti contesti specialistici, quali la Neurologia e l’Oculistica, nonché nei percorsi di riorganizzazione dello screening per le complicanze oculari del diabete. Ha sviluppato un ulteriore campo di interesse, quello della formazione all’interno del settore sanitario e socio-sanitario. Coordina corsi di alta formazione manageriale, applicati all’interno di specifici contesti clinici (Malattie Infettive, Oftalmologia e Medicina di Laboratorio). È docente anche all’interno dei Corsi per Dirigenti di Struttura Semplice e Complessa Area Ospedaliera e Territoriale, negli ambiti di valutazione delle tecnologie, HTA, economia, programmazione e controllo di gestione. Coordina da anni l’attività formativa del Corso di Alta Formazione per l’Health Technology Assessment, con un particolare focus di applicazione all’interno del contesto aziendale, mediante innovativi strumenti quantitativi. È membro del Nucleo di Valutazione delle Prestazioni Sanitarie della ASST Ovest Milanese, della ASST Valle Olona e della ASST Gaetano Pini/CTO.

LUCREZIA FERRARIO: svolge attività di ricerca e formazione presso il Centro in Economia e Management in Sanità e nel Sociale della Business School di LIUC – Università Cattaneo svolge attività di collaborazione e coordinamento di progetti di ricerca all’interno del contesto sanitario e socio-sanitario, con un focus particolare sulle metodiche correlate alla valutazione delle tecnologie sanitarie, economia sanitaria, HTA, Multi Criteria Decision Analysis – MCDA, nonché all’applicazione della metodica del benchmarking e dell’Activity Based Costing nell’ottica di analisi e ottimizzazione dei processi sanitari. Si sta occupando di valutazione di tecnologie sanitarie nel contesto dell’oftalmologia e delle malattie infettive, quali HIV e HCV. E’ docente nei Master Universitari di primo livello in management dell’area sanitaria e ai Corsi di Alta Formazione Universitaria in Health Technology Assessment sulle tematiche di valutazione delle tecnologie sanitarie, e in particolare sull’analisi dell’impatto organizzativo e dell’impatto economico-finanziario correlate all’introduzione di una innovazione tecnologica. Fa parte di alcuni gruppi indipendenti di valutazione delle tecnologie sanitarie per tecnologie emergenti, in collaborazione con la Società Italiana di Chirurgia Endoscopica – SICE, la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere, e l’Associazione Italiana degli Ingegneri Clinici – AIIC.

 

Il corso di Health Technology Assessment: management e gestione delle tecnologie sanitarie propone un approccio multidimensionale per la valutazione delle tecnologie sanitarie presentando l’evoluzione dei modelli applicativi nei differenti setting sanitari.

Il corso si prefigge di far acquisire gli strumenti e competenze specifiche, nonché una visione aggiornata del contesto normativo e di percorso valutativo a livello locale e regionale, per operare con cognizione all’interno del mondo dell’appropriatezza di investimento delle tecnologie sanitarie.

Contenuti

  • Elementi di technology assessment e loro valutazione
  • Classificazione delle tecnologie sanitarie
  • Caratteristiche ed impatto delle tecnologie sanitarie
  • L’acquisizione di una nuova tecnologia: come compiere le scelte
  • L’approccio multidimensionale dell’HTA, la misurazione dell’outcome e della qualità della vita
  • L’analisi d’impatto sul budget,
  • I differenti modelli di Health Technology Assessment: modelli ospedalieri e istituzionali
  • L’HTA nelle regioni italiane
  • L’impatto della tecnologia, i processi di innovazione e la gestione del cambiamento
  • Dimensioni dell’HTA: caratteristiche tecniche, sicurezza clinica, efficacia, impatto economico,
  • aspetti etici, sociali, politici e medico legali
  • Esercitazioni pratiche e operative: dalle valutazioni economiche in sanità all’HTA

 

Insegnamento I sistemi di Governo e valutazione delle performance

Docenti:

EMANUELE PORAZZI: è laureato in economia aziendale nel 2001, successivamente ha conseguito un dottorato in gestione integrata di azienda. Dal 2001 collabora con il Centro sull’Economia e il Management nella Sanità e nel Sociale della Business School della LIUC – Università Cattaneo approfondendo i temi di organizzazione e controllo di gestione nelle aziende sanitarie e socio sanitarie. Dal 2008 è il Direttore dei Master per funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie. Tra le metodologie oggetto di studio e di docenza si segnalano in particolar modo quella del benchmarking, del business process reengineering, del break even point e activity based costing.

EMANUELA FOGLIA: è Professore a contratto per l’Insegnamento di “Modelli di Funzionamento dei Sistemi Sanitari” nel Corso di Laurea magistrale in Ingegneria gestionale per la produzione industriale. È inoltre docente di Gestione di Azienda Sanitaria, Controllo di Gestione, Valutazione delle Tecnologie Sanitarie e di Metodologie della Ricerca per i Master di Primo e Secondo livello in ambito sanitario, nonché per molti Corsi di formazione rivolti al personale sanitario. Dal 2006 collabora stabilmente con il Centro in Economia e Management in Sanità e nel Sociale della Business School di LIUC – Università Cattaneo. Nel 2010 ha concluso il percorso di Dottorato in Gestione Integrata d’Azienda presso la LIUC – Università Cattaneo. È stata assegnista di Ricerca presso la Scuola di Ingegneria Industriale SSD ING-IND/35 Ingegneria economico-gestionale, dal 2011 al 2013. I suoi interessi di ricerca si focalizzano soprattutto sulla valutazione delle tecnologie sanitarie, sia attraverso applicazione di metodiche multidisciplinari, quali l’HTA, sia attraverso lo sviluppo di valutazioni economiche e modelli predittivi, quali quelli Markoviani, nonché sulla valutazione delle performance delle organizzazioni sanitarie e dei modelli organizzativi, sulle metodologie della ricerca tanto qualitativa quanto quantitativa. Ulteriori aree di interesse sono le attività di cooperazione con paesi del Terzo Mondo e con Organizzazioni Internazionali, per lo sviluppo dei sistemi sanitari. Ha coordinato più di 40 progetti di ricerca. Si sta occupando di valutazione di tecnologie sanitarie nel contesto del percorso del paziente diabetico, all’interno dell’Area Oftalmologica, con riferimento alle alternative tecnologiche nel mondo dell’HIV e delle malattie sessualmente trasmissibili, nonché nel campo dell’immuno-oncologia. In tema di gestione, si sta occupando della ottimizzazione dei processi e dei percorsi all’interno di differenti contesti specialistici, quali la Neurologia e l’Oculistica, nonché nei percorsi di riorganizzazione dello screening per le complicanze oculari del diabete. Ha sviluppato un ulteriore campo di interesse, quello della formazione all’interno del settore sanitario e socio-sanitario. Coordina corsi di alta formazione manageriale, applicati all’interno di specifici contesti clinici (Malattie Infettive, Oftalmologia e Medicina di Laboratorio). È docente anche all’interno dei Corsi per Dirigenti di Struttura Semplice e Complessa Area Ospedaliera e Territoriale, negli ambiti di valutazione delle tecnologie, HTA, economia, programmazione e controllo di gestione. Coordina da anni l’attività formativa del Corso di Alta Formazione per l’Health Technology Assessment, con un particolare focus di applicazione all’interno del contesto aziendale, mediante innovativi strumenti quantitativi. È membro del Nucleo di Valutazione delle Prestazioni Sanitarie della ASST Ovest Milanese, della ASST Valle Olona e della ASST Gaetano Pini/CTO.

 

Il corso offre gli elementi per comprendere il ruolo delle diverse funzioni tecnico-professionali nel concorrere allo sviluppo e alla funzionalità duratura dell’impresa. In quest’ottica vengono forniti agli allievi i principali strumenti di analisi economica dell’azienda insieme agli strumenti a supporto delle scelte strategiche, per analizzare le alternative di azione più adeguate ai vari contesti competitivi.

Il corso si prefigge di porre i discenti nelle condizioni di saper leggere la situazione economico-finanziaria e patrimoniale delle aziende sanitarie e di far conoscere gli strumenti propri del controllo di gestione e i modelli di controllo dei costi, in modo che siano in grado di gestire le risorse a disposizione e di monitorare la situazione attraverso un’adeguata rendicontazione dei costi e dei ricavi. Vengono inoltre introdotti gli indicatori di performance per una corretta valutazione delle prestazioni aziendali.

Contenuti

  • L’approccio alla valutazione delle performance:
  • Approccio al concetto di performance;
  • Il contesto normativo europeo e italiano di riferimento (Thallin Charter, Riforma Brunetta, etc.);
  • Il ciclo della performance nelle aziende sanitarie;
  • la gestione delle performance di Unità Operativa.
  • Strumenti per la valutazione delle performance aziendali:
  • Il confronto strategico con i competitor e con l’ambiente;
  • Il benchmarking: esempi applicativi di benchmarking in Sanità.
  • La valutazione delle performance nei processi sanitari:
  • Analisi delle leve di possibile miglioramento dei processi e delle prestazioni;
  • L’Activity Based Costing per la gestione dei processi sanitari di U.O. e Servizio;
  • L’analisi di processo: esempi applicativi all’interno di processi sanitari.
  • Il sistema di programmazione economica
  • L’approccio a indicatori e budget: come strutturare obiettivi e indicatori coerenti;
  • Il Piano Nazionale Esiti;
  • Indicatori per la valutazione delle performance dei Sistemi sanitari

 

MODULO 4° STRUMENTI AZIENDALI

Insegnamento di Acquisti in Sanità

Docenti:

MONICA PIOVI: ha una carriera tutta spesa in Regione Toscana e nell’ambito sanitario, ricoprendo tra l’altro i ruoli di direttore generale dell’Estav centro e dell’Estav sud-est e di direttore generale dell’Asl di Empoli. Tra gli obiettivi che persegue quotidianamente alla direzione generale di Estar (ente istituito nel 2014 con l’obiettivo di ottimizzare la spesa regionale destinata ai beni sanitari, e che si occupa, per conto di tutti gli enti che operano nel servizio sanitario toscano, di approvvigionamento di beni e servizi, di tecnologie dell’informazione e della comunicazione; di tecnologie sanitarie, di procedure concorsuali e selettive per il reclutamento del personale, di gestione delle procedure di gara): garantire un equilibrio fra sostenibilità economica e migliore prestazione tecnologica di prodotti, beni e servizi, e di fornire il prodotto giusto al paziente giusto.

FABRIZIO SCHETTINI: collabora presso il Centro sull’Economia e il Management in Sanità e nel Sociale della LIUC Business School .Tra i suoi interessi di Ricerca vi sono le tematiche relative al management nel contesto sanitario (con l’applicazione di tecniche quali Benchmarking, Activity-based Costing, Process Improvement e Cost Control) nonché di valutazione delle tecnologie sanitarie (con un particolare focus sull’impatto organizzativo e sull’impatto economico).

Nel 2015 ha conseguito la laurea triennale in Ingegneria Gestionale presso l’Università degli Studi di Salerno.

Nel 2017 ha effettuato un tirocinio formativo di 300 ore presso l’ASST Ovest Milanese, da cui ne è derivato il lavoro di tesi dal titolo “Modalità di acquisizione e manutenzione dei dispositivi medici: il caso ASST Ovest Milanese”, conseguendo così la Laurea magistrale in Ingegneria Gestionale per la produzione industriale con Percorso di Eccellenza in Health Care System Management presso la LIUC – Università Cattaneo.

A completamento della sua formazione, Fabrizio ha seguito il Corso di Alta Formazione per l’Health Technology Assessment – CoPHTA V promosso dalla LIUC Business School, concluso con l’elaborazione e la presentazione di una valutazione completa di Health Technology Assessment in riferimento alle alternative terapeutiche per il trattamento dei pazienti in seconda linea con carcinoma polmonare.

 

Il corso si prefigge di presentare le più diffuse problematiche concernenti l’acquisizione di beni proponendo soluzioni gestionali idonee a effettuare le scelte di acquisto con coerenza rispetto alle necessità aziendali.

L’insegnamento ha l’obiettivo di far acquisire competenze specifiche per gestire l’acquisto di beni e servizi per massimizzare l’efficienza aziendale.

Contenuti

  • La riforma degli appalti
  • Le problematiche relative all’acquisizione di beni: gli appalti, l’e-procurement, la supply chain Management
  • I fornitori: categorie, acquisto, regolazione
  • Nuovi contratti, modalità di erogazione delle prestazioni
  • Il Make or Buy
  • Il buyer
  • Il mercato elettronico della P.A.
  • Le aggregazioni decentrate di spesa

 

Insegnamento di Marketing Sanitario

Docenti:

MASSIMO BARBERIO: Nato a Milano il 19 Febbraio 1959, sposato e con due figli, si è laureato in scienze biologiche nel 1984 e ha compiuto la maggior parte del percorso professionale nel marketing farmaceutico dove ha avuto incarichi e responsabilità in aziende leader nel settore dei farmaci ospedalieri per radiologia e imaging molecolare.

Attualmente è in Generale Electric Healthcare Italia dove, in un ambito principalmente legato alla Tecnologia, farmaci e strumentazione per l’imaging diagnostico, ricopre attualmente l’incarico di Direttore Affari Istituzionali e Health Economics Italia, direttamente in staff al Presidente Sud Europa della Azienda.

Durante tutto il suo percorso professionale, ha sempre mantenuto un radicato collegamento col mondo accademico, sia attraverso una costante opera di formazione e aggiornamento professionale sia attraverso una serie di incarichi in varie università che l’hanno visto, e l’impegnano attualmente, come professore a contratto sia per la Scuola di Specializzazione in Radiodiagnostica della facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi Milano-Bicocca, è anche componente del Comitato d’indirizzo e professore a contratto per il corso di Laurea Magistrale in Management e Finanza presso l’Università del Piemonte Orientale di Novara. insegna anche ai Master in economia e management in Sanità e nel Sociale del corso di studi in Ingegneria Industriale presso l’Università Cattaneo LIUC di Castellanza e nei corsi in Economia Aziendale e MBA presso l’Università Commerciale L. Bocconi di Milano e LUISS di Roma.

Autore di diverse pubblicazioni di carattere farmacoeconomico e di management su riviste nazionali ed internazionali, è stato più volte invited speaker in diversi congressi nazionali di settore in ambito Radiologico.

Membro della Società Italiana di radiologia Medica dal 1992.

 

Il corso si prefigge di presentare le caratteristiche che devono essere presenti nei progetti strategici di marketing sanitario approfondendo lo studio dei dati aziendali necessari a comprendere le crescenti necessità degli utenti.

Il corso ha l’obiettivo di favorire l’implementazione di flussi di dati necessari a proporre nuovi servizi orientati all’utenza.

Contenuti

  • Analisi del settore/mercato
  • Le caratteristiche del progetto strategico
  • Gli obiettivi di medio-lungo termine
  • Gli obiettivi di medio-lungo termine
  • Presidi organizzativi autonomi e responsabilità dedicate
  • Marketing e nuovi servizi
  • I big Data
  • Nuovi servizi per gli utenti

 

Insegnamento di Modelli di Information Technology in ambito sanitario

Docenti:

AURELIO RAVARINI : ha conseguito un master in Management Enginnerineg e un Dottorato di Ricerca in Sistemi Informativi. È Ricercatore Confermato di Sistemi di Elaborazione dell’Informazione presso la Scuola di Ingegneria dell’Università C. Cattaneo – LIUC (Italia). Alla LIUC è stato direttore del CETIC, Centro di ricerca sui Sistemi Informativi per dieci anni. Svolge attività di ricerca nei seguenti ambiti: Strategic Information Systems, sistemi di Knowledge Management e Sviluppo dei Sistemi Informativi, questi ultimi in particolare nell’ambito delle piccole-medie imprese. È stato visiting professor in diverse università in Europa e negli Stati Uniti. È membro dell’Associazione internazionale dei sistemi informativi (AIS). Ha pubblicato più di 80 articoli per riviste internazionali, capitoli di libri e atti di convegni. Ha lavorato come Associate Editor per l’EJIS per dieci anni ed è stato membro del comitato scientifico di diversi journals e conferenze internazionali.

 

Il corso si prefigge di presentare una panoramica sulle modalità di contrattualizzazione dei professionisti sanitari nel contesto delle aziende sanitarie.

Il corso ha l’obiettivo far apprendere e orientare i discenti sulle differenti modalità di erogazione delle prestazioni sanitarie approfondendo punti di forza e criticità dei contratti applicabili nel contesto sanitario.

Contenuti

  • Le tre dimensioni del SI: pianificazione strategica, controllo direzionale e controllo operativo
  • Le caratteristiche dei Sistemi Informativi
  • Il ruolo del ICT
  • I Sistemi Informativi Aziendali
  • Aziendalizzazione, razionamento e SI
  • Il controllo strategico: Decision Support System, dataware house
  • Lo scenario tecnologico e organizzativo

 

MODULO 5° SOFT SKILLS

Insegnamento di tecniche di comunicazione

Docenti:

ELENA TOSCA: è titolare dell’insegnamento “Gestione delle carriere: ricerca, selezione, coaching e training delle persone” della LIUC – Università Cattaneo. Direttore del Master in Meccatronica & Management – MEMA della LIUC Business School. Svolge attività di ricerca presso il Centro sul Cambiamento, la Leadership ed il People Management della LIUC Business School. Le principali aree di competenza riguardano la gestione delle persone, la leadership e la gestione dei processi di cambiamento con particolare focalizzazione sui temi di People Management. Attualmente sta approfondendo, attraverso una ricerca internazionale, quali sono i comportamenti dei capi che permettono ai collaboratori di lavorare al meglio e di essere totalmente engaged. Ha svolto e svolge attività di formazione e consulenza per numerose aziende tra cui ACRAF, AtlasCopco, Banca Popolare di Ancona, Canon Italia, Cattolica Assicurazioni, Colussi, Crif, Despar, Ecodom, EPSON, Fater, FESTO, Global Refund, Gruppo Angelini, Gruppo Fameccanica, Gruppo Italmark, Gruppo OMCD, IBM Corporation, Mapa Spontex, Moreno Holding Group, Novartis, RHIAG, SMA, SEW-Eurodrive, SIFI, Wella Labocos Spa, W. L. Gore & Associates. E’ Membro del Comitato Direttivo dell’Associazione Italiana di Analisi Dinamica dei Sistemi.

FRANCESCA MARINELLO: dal 2006 al 2009, è stata collaboratrice presso il Centro sull’Economia e Management in Sanità e nel Sociale della LIUC – Università Cattaneo. La collaborazione con la Business School è ripresa nel 2017 con le attività di progettazione, coordinamento e docenza dei percorsi formativi dedicati al management nel settore sanitario e socio-sanitario. M. Francesca è docente ai Master Universitari di management di primo e secondo livello, nonché ai Corsi di Alta Formazione in management per specifiche aree sanitarie. Le sue aree di competenza riguardano tematiche quali: la gestione delle emozioni: l’Intelligenza Emotiva, mobbin, burnout, tecniche di comunicazione, la comunicazione nei gruppi di lavoro, la comunicazione istituzionale verso l’esterno, la gestione dei conflitti. Coordina inoltre il Master di secondo livello in Management per il settore sanitario e il Corso di Alta Formazione in Management e Clinical Governance per il Diabete.

 

Il corso si prefigge di presentare le principali tecniche di comunicazione, attraverso il modello di programmazione neurolinguistica, e attraverso la tematica dell’intelligenza emotiva rendendo i partecipanti sempre più consapevoli dei propri vissuti emotivi, e di come essi influenzano il nostro lavoro e la nostra vita privata.

Il corso si propone di fornire ai discenti gli elementi necessari per migliorare le proprie capacità comunicative a diversi livelli, internamente con i colleghi ed esternamente con gli utenti e i caregiver, andando a sperimentale attraverso dei role playing, la capacità di riconoscere e utilizzare l’I.E.

Contenuti

  • Le tecniche di comunicazione
  • La programmazione neurolinguistica
  • La gestione della comunicazione interna
  • La gestione della comunicazione istituzionale verso l’esterno
  • La comunicazione con l’utente
  • La gestione della comunicazione tra servizi di supporto e Unità Operative
  • La comunicazione nei gruppi di lavoro
  • Comunicazione verbale e non verbale La gestione dei conflitti
  • Comunicazione organizzativa, istituzionale, integrata
  • Comunicazione istituzionale
  • L’intelligenza emotiva

 

Insegnamento di Sistemi di gestione del personale

Docenti:

SAMUEL DAL GESSO: Dopo oltre dieci anni di carriera presso l’Azienda Socio-sanitaria Territoriale Melegnano e della Martesana in qualità di Direttore Sviluppo del Personale, Affari generali e Comunicazione Azienda Ospedaliera (circa 2800 dipendenti), Samuel è ora in distacco sindacale a tempo pieno COSMED/FEDIR.

Il Dott. Dal Gesso può vantare l’idoneità alla nomina di Direttore Generale delle istituite o istituende Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere – Regione Lombardia – ininterrottamente dall’anno 2005 e alla nomina di Direttore Amministrativo delle Agenzie di Tutela della Salute e delle Aziende socio-sanitarie territoriali – Regione Lombardia – dall’anno 2015. È esperto di gestione e valutazione delle risorse umane e già componente tecnico del Comitato di settore Regioni-Sanità. Più volte esperto tecnico dei Comitati di settore sanità per i CCNL del personale dipendente e per gli accordi collettivi nazionali dei professionisti sanitari convenzionati.

ANTONIO SEBASTIANO: è Ricercatore TDa di Organizzazione Aziendale e docente di Organizzazione e Sistemi Informativi (Scuola di Economia) e di Modelli di Funzionamento delle Aziende in Sanità (Scuola di Ingegneria Gestionale) presso la LIUC – Università Cattaneo, dove dal 2006 dirige anche l’Osservatorio Settoriale sulle RSA. Nel 2013 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Gestione Integrata d’Azienda con dignità di stampa presso la LIUC – Università Cattaneo. Le sue aree di competenza riguardano l’economia e la gestione delle aziende sanitarie e socio-sanitarie, con particolare riferimento alle tematiche inerenti i sistemi operativi di gestione del personale ed il comportamento organizzativo. Dal 2006 collabora su alcune attività di ricerca in materia HRM con il Dipartimento di Management della IESEG School of Management (Francia). Ha pubblicato articoli e contributi su importanti riviste internazionali come European Management Journal, Personnel Review, Evaluation and Program Planning e The International Journal of Human Resources Management.

 

Il corso si prefigge di presentare il framework dei sistemi di gestione del personale, dell’organizzazione del lavoro e dei sottostanti modelli operativi.

Il corso di Sistemi di gestione del personale ha l’obiettivo di far acquisire competenze specifiche sulla gestione qualitativa e quantitativa dell’organico aziendale, toccando temi come la selezione e programmazione delle risorse umane, codici deontologici e sviluppi dei percorsi di carriera.

Contenuti

  • Introduzione ai sistemi di gestione del personale:
  • Il framework di riferimento, l’organizzazione del lavoro, sistema delle relazioni e sistemi operativi;
  • Esemplificazione dei sistemi di gestione del personale;
  • La gestione qualitativa e quantitativa dell’organico: aspetti normativi e recenti modifiche del sistema.
  • I sistemi premianti, strutturazione e peculiarità;
  • Selezione e programmazione delle risorse umane;
  • Relazioni sindacali tra novità sistemiche e aspetti normativi;
  • Contrattazione e aspetti organizzativi.
  • Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Sanità
  • Tipologie contrattuali
  • I codici deontologici
  • La nuova classificazione del personale
  • Carriere e competenze specialistiche
  • La somministrazione di lavoro

 

Insegnamento di Gestione del Team e leve motivazionali

Docenti:

LUCIANO TRAQUANDI: è professore a contratto della LIUC Università Cattaneo, dove è titolare dei corsi Human Resources & Project Management in Multicultural Context e Psicosociologia aziendale. È inoltre Professore a contratto in Intercultural Communication presso Uniceristà Jean Moulin di Lione, Visiting Professor all’Université Pantheon Assas Paris 2 entro il Master II Stratégie et Entrepreunariat e Docente di Organisational Behaviour presso MIP Business school del politecnico di Milano. Luciano vanta un’esperienza di oltre trent’anni di lavoro di docenza e di consulenza, con l’acquisizione del corpo teorico necessario: Psicosociologia, antropologia, nuove frontiere in campo comportamentale (ha un insegnamento a HEC Parigi su “Unconventional Paradigms of Management, che è il suo più avanzato campo di ricerca e applicazione). Ogni materia di docenza è stata oggetto di mia personale applicazione e verifica in aziende di grandi dimensioni in quasi ogni merceologia, dal campo aeronautico al campo alimentare, al mondo bancario e ospedaliero. Dal suo metodo pedagogico, una volta validate e perfezionate le tecniche nella pratica aziendale sono state progressivamente introdotte parti di esse nei sillabi dei corsi universitari in cui insegno regolarmente, In Italia , Francia e Svizzera. Queste componenti sono in parte presenti nel programma del corso in questione.

IVANO BOSCARDINI: Libero professionista iscritto all’Albo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Docente all’interno di Master e Corsi di Alta Formazione erogati dal Centro sull’Economia e il Management in Sanità e nel Sociale dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC. Esperto di formazione in tema di gestione della comunicazione. Ivano è consulente in comunicazione e gestione del cambiamento. Svolge da anni attività di coaching individuale, conduzione e supervisione di gruppi, in qualità di free-lance progettazione sviluppo e gestione di progetti su differenti temi della comunicazione quali: la comunicazione verbale e non verbale: espressività, uso del corpo, voce, spazio, la multisensorialità nel modello Neurolinguistico, i mezzi di influenzamento: il linguaggio di precisione e di persuasione, la creatività come mezzo di espressione personale, la relazione interpersonale e pubbliche relazioni.

FRANCESCA MARINELLO: dal 2006 al 2009, è stata collaboratrice presso il Centro sull’Economia e Management in Sanità e nel Sociale della LIUC – Università Cattaneo. La collaborazione con la Business School è ripresa nel 2017 con le attività di progettazione, coordinamento e docenza dei percorsi formativi dedicati al management nel settore sanitario e socio-sanitario. M. Francesca è docente ai Master Universitari di management di primo e secondo livello, nonché ai Corsi di Alta Formazione in management per specifiche aree sanitarie. Le sue aree di competenza riguardano tematiche quali: la gestione delle emozioni: l’Intelligenza Emotiva, mobbin, burnout, tecniche di comunicazione, la comunicazione nei gruppi di lavoro, la comunicazione istituzionale verso l’esterno, la gestione dei conflitti. Coordina inoltre il Master di secondo livello in Management per il settore sanitario e il Corso di Alta Formazione in Management e Clinical Governance per il Diabete.

 

Il corso offre gli elementi per una corretta gestione del cambiamento, fornendo gli strumenti per superare eventuali resistenze. Inoltre il corso illustra gli elementi basilari per un uso adeguato del tempo e per mettere in atto un proficua attività di negoziazione con i diversi interlocutori e di motivazione dei collaboratori.

Il corso di Gestione del Team e leve motivazionali, si propone di trasmettere ai discenti competenze per migliorare le dinamiche relazionali tipicamente complesse, nel sistema sanitario, affrontando temi come la delega, la negoziazione e la mediazione.

Contenuti

  • Le dinamiche di gruppo e i gruppi di lavoro
  • Lavorare per obiettivi comuni e non individuali
  • Meccanismi motivazionali dei collaboratori e l’incidenza sulla prestazione professionale e
  • Sull’appartenenza aziendale
  • Strategie e leve motivazionali per migliorare la comunicazione
  • Il processo di sviluppo del potenziale per arrivare alla delega
  • Negoziazione e mediazione: affrontare e risolvere i contrasti e i conflitti sul lavoro

COME ISCRIVERSI

STEP 1: APPLICATION/DOMANDA DI AMMISSIONE

E’ possibile effettuare la domanda di ammissione entro il 1 MARZO 2021.

Prima di procedere con la compilazione della domanda vi preghiamo di prendere visione delle modalità di iscrizione alla selezione: Scarica PDF

Per procedere con la compilazione dell’application/domanda di ammissione cliccare qui.

STEP 2: GRADUATORIA

La graduatoria degli ammessi al Master sarà visibile dal 16 MARZO 2021 e sarà consultabile cliccando su “GRADUATORIA” nella pagina di presentazione del Master.

STEP 3: ISCRIZIONE/IMMATRICOLAZIONE

Tutti coloro che rientrano nella graduatoria potranno procedere a formalizzare l’iscrizione al Master dal 16 MARZO 2021 al 26 MARZO 2021.

Prima di procedere vi preghiamo di consultare le modalità di immatricolazione.

Per procedere con l’immatricolazione cliccare qui .


UDITORE? COME ISCRIVERSI

Per procedere con l’iscrizione in qualità di uditore è necessario compilare la scheda qui allegata, firmarla e consegnarla a mano o inviarla in originale (R/R 1) al recapito sotto riportato, unitamente agli allegati richiesti e alla marca da bollo di € 16.00.

Elisabetta Mentasti
Ufficio Master
Università Carlo Cattaneo – LIUC Corso Matteotti, 22
21053 Castellanza (VA)

GRADUATORIA

+39 0331 572111

(C) Università Carlo Cattaneo LIUC | C.so Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA) | Codice Fiscale e Partita IVA 02015300128

Scopri maggiori informazioni e dettagli sul nostro Master in Management per il Settore Sanitario – STAR

You have Successfully Subscribed!