MASTER


Meccatronica & Management – MEMA

HOME
PIANO DI STUDI
SYLLABUS

Meccatronica & Management – MEMA

Il Master in Meccatronica & Management – MEMA, giunto alla sua 8° edizione, nasce per dare risposta alle esigenze professionali della nuova era dell’Industry 4.0 e della Digital Automation, sviluppando un bagaglio di competenze adeguato alle nuove sfide.

Elementi distintivi:

  • quota di partecipazione totalmente coperta dai contributi erogati dalle aziende sponsor
  • oltre 700 ore di stage in prestigiose aziende
  • faculty mista tra docenti universitari e manager aziendali
  • il 100% dei partecipanti alla scorsa edizione è attualmente occupato in medie e grandi aziende, sia in Italia che all’estero
  • corso di inglese incluso (20 ore)

I modelli di business e quelli organizzativi si stanno trasformando per effetto dell’impatto delle nuove tecnologie. Il modo con il quale si lavora sta subendo cambiamenti radicali: cambia il contesto, le aree di attività si integrano sempre di più, i profili professionali richiesti si evolvono, sono necessarie nuove competenze perché la capacità di creare valore diventa un elemento distintivo per l’intera organizzazione.

Per dare una risposta concreta a queste nuove esigenze, il Master MEMA si fonda su una stretta partnership con aziende leader del settore, i cui manager sono direttamente coinvolti nella progettazione e nella docenza, al fine di dare massima concretezza ai contenuti e quel taglio pratico che molto spesso manca nella preparazione dei giovani.

Il Master MEMA  è quindi un percorso formativo altamente qualificante che facilita concretamente l’ingresso nel mondo del lavoro, permettendo di sfruttare appieno le opportunità di crescita offerte dalla quarta rivoluzione industriale.

CALENDARIO

Il Master richiede un impegno full-time, per un totale di circa 460 ore d’aula e 720 ore di stage presso alcune tra le più prestigiose aziende del settore dell’automazione.

Il Master si svolge da Ottobre 2019 a Luglio 2020.

 

MEET THE TEAM

Vieni ad incontrare il Direttore ed il Team del Master per comprendere come si struttura il percorso e capire come le aziende risultano protagoniste nell’attività didattica.

Date disponibili:

  • venerdì 27 settembre 15.00 – 18.00
  • lunedì 30 settembre 9.00 – 13.00
  • giovedì 3 ottobre 15.00 – 18.00

FISSA L’APPUNTAMENTO ORA

 

PAROLA AI NOSTRI STUDENTI

DESTINATARI

Il Master si rivolge a giovani laureati in ingegneria meccanica, fisica, elettronica, elettrica, biomedica, industriale, aerospaziale, dell’automazione, gestionale e meccatronica in possesso di una laurea triennale o di titolo equipollente.

OBIETTIVI

Il Master ha come obiettivo quello di agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani ingegneri e attrezzarli ad affrontare le complesse sfide della nuova era industriale e della digitalizzazione, acquisendo quel bagaglio integrato di competenze tecniche e comportamentali fortemente richiesto dalle aziende.

QUOTA D'ISCRIZIONE

Il Master è interamente finanziato di contributi erogati dalle aziende partner. I candidati idonei dovranno versare una tassa di iscrizione al Master pari a € 950,00 + IVA.

SPONSOR

COLLABORAZIONI

BANDO

Articolo 2

REGOLAMENTO

Articolo 2

PIANO DI STUDI

MODULI CORSI Ore aula MOD. VALUTAZIONE
(VOTO/GIUDIZIO)
TECNHICALITIES PER IL
SETTORE DI AUTOMAZIONE
SISTEMI AUTOMATICI 36 voto
ROBOTICA 28 voto
OLEODINAMICA 4.0 16 voto
MANIPOLAZIONE MECCATRONICA 32 voto
SISTEMI PNEUMATICI 40 voto
COLLAUDO DI UN SISTEMA MECCATRONICO 16 voto
PROGETTAZIONE DI SISTEMI MECCATRONICI 36 voto
TRASFORMAZIONE DIGITALE ED INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL MONDO INDUSTRIALE 16 voto
SISTEMI DI MANUFACTURING 16 voto
Totale Modulo 228
SOFT SKILLS PER IL MANAGEMENT MANAGEMENT: GESTIONE E MOTIVAZIONE DELLE PERSONE 20 voto
SVILUPPARE LA LEADERSHIP 24 voto
SENSIBILIZZAZIONE ECO-FIN 16 voto
LEAN MANAGEMENT 20 voto
COMUNICAZIONE E RELAZIONE 16 voto
PROBLEM SOLVING & DECISION MAKING: PENSIERO SISTEMICO IN AZIONE 20 voto
CHANGE MANAGEMENT 16 voto
PROJECT MANAGEMENT 16 voto
DINAMICHE RELAZIONALI NELLA VENDITA 32 voto
LAVORARE IN GRUPPO 16 voto
Totale Modulo 196
WORKSHOP TESTIMONIANZE ED EVENTI 16
Inglese 20
Totale ore AULA 460
STAGE 720

BORSE DI STUDIO

SYLLABUS

MODULO: TECHNICALITIES PER IL SETTORE DELL’AUTOMAZIONE

  • Sistemi automatici
  • Manipolazione meccatronica
  • Sistemi pneumatici
  • Collaudo di un sistema meccatronico
  • Concetti di base, programmazione e funzionamento dei robot industriali
  • Progettazione di sistemi meccatronici
  • Principi di automazione oleodinamica
  • Trasformazione digitale e intelligenza artificiale nel mondo industriale

SISTEMI AUTOMATICI

Obiettivi

  • Conoscere funzionalità, metodi di interfacciamento, architetture hardware
  • Acquisire conoscenze generali sulle Reti di campo industriali
  • Analizzare un’automazione per progettare il Software di controllo (IEC 61131-3)
  • Conoscere le caratteristiche generali di sensori e trasduttori
  • Conoscere le principali architetture di un sistema di acquisizione e analisi dati
  • Partecipare alla realizzazione di una automazione
  • Conoscere il processo di generazione del controllo e stima, dalla modellizzazione alla validazione finale su impianto

Argomenti

Analisi della struttura di una linea automatica:

  • Definizione delle specifiche di un’automazione industriale

Componenti di un Controllore programmabile:

  • Tipi di segnale
  • Unità centrale, schede di espansione, schede di rete, interfacce operatore
  • Configurazione hardware e Software
  • Analisi e programmazione delle funzione logiche di base

Tipologie di Reti di Campo:

  • Tipi di strutture e tipologie di rete
  • Differenze tra bus seriali, bus di campo e reti
  • Analisi funzionale delle strutture più note

Struttura e componenti di una linea automatica:

  • Analisi delle funzionalità richieste dalle specifiche
  • Scelta della struttura hardware: sensori, attuatori, PLC, Motion, Reti, interfaccia Uomo – macchina
  • Definizione della architettura software
  • Descrizione delle funzionalità dei singoli moduli software

Sistemi di misura e controllo per feedback:

  • Sensori e Trasduttori:
    • Caratteristiche generali e prestazioni
    • Principali sensori utilizzati in ambito industriale
  • Sistemi di acquisizione:
    • Componenti principali di un sistema di misura
    • Aspetti generali e problemi legati all’acquisizione dei dati
    • Principali architetture dei sistemi di acquisizione
  • Sistemi di misura tradizionali vs sistemi automatici in linea di produzione:
    • Generalità sul controllo di qualità automatico
    • Caratteristiche e prestazioni dei sistemi automatici rispetto a quelli manuali

Realizzazione guidata dell’automazione

  • Montaggio, cablaggio
  • Configurazione hardware del sistema di controllo
  • Scrittura dei moduli software e loro verifica funzionale
  • Messa in funzione del sistema

Approccio model based design:

  • Il processo di realizzazione di un modello fisico matematico dell’impianto
  • Definizione requisiti del modello e del sistema
  • Esempi di modellizzazione
  • L’identificazione e validazione del sistema

Sintesi del controllo e stima e validazione su impianto:

  • Sintesi di stimatori basati su modello
  • Uso del modello per la sintesi del controllo
  • Validazione su impianto (HIL e fast prototyping)
  • Utilizzo 6 SIGMA per analisi dati e pianificazione attività sperimentale

MANIPOLAZIONE MECCATRONICA

Obiettivi

  • Conoscere funzionalità, architetture meccaniche, elettriche e di controllo
  • Acquisire conoscenze generali sui sistemi di presa
  • Acquisire conoscenze generali sul dimensionamento meccanico
  • Acquisire conoscenze generali sul dimensionamento elettrico
  • Partecipare alla messa in funzione di un sistema di manipolazione

Argomenti

Descrizione delle funzionalità base di un sistema di manipolazione automatizzato:

  • Descrizione di un sistema di manipolazione
  • Sistemi di presa
  • Tipologie di attuatori e loro caratteristiche
  • Tipologie di motori elettrici e loro caratteristiche
  • Sistemi di controllo elettro-pneumatici

Dimensionamento e scelta dei sistemi di presa

  • Analisi delle specifiche.
  • Scelta e dimensionamento del sistema di presa.
  • Generazione del vuoto per sistemi di presa.

Dimensionamento e scelta attuatori meccanici:

  • Analisi delle specifiche
  • Scelta della architettura meccanica
  • Dimensionamento della struttura meccanica

Dimensionamento e scelta degli attuatori elettrici e/o pneumatici:

  • Scelta degli attuatori elettrici e/o pneumatici più idonei
  • Dimensionamento del sistema di regolazione elettrico e/o pneumatico
  • Definizione della architettura di controllo

Realizzazione guidata del sistema di manipolazione

  • Montaggio, cablaggio
  • Configurazione del sistema di manipolazione
  • Messa in funzione del sistema

SISTEMI PNEUMATICI

Obiettivi

  • Conoscere funzionalità, architetture hardware, metodi di interfacciamento
  • Acquisire conoscenze generali sulle varie tipologie di attuazione e controllo pneumatico
  • Acquisire conoscenze generali sui sistemi pneumatici con elettronica integrata
  • Analizzare le varie tipologie di utilizzo nel campo dell’automazione
  • Sistemi pneumatici sicuri nell’ ambito della Direttiva macchine
  • Utilizzo dell’aria compressa e risparmio energetico

Argomenti

Principi di Pneumatica I:

  • Cilindri
  • Valvole
  • Simbologia
  • Circuiti di base

Principi di Pneumatica II:

  • Cilindri specializzati e loro applicazioni
  • Elettrovalvole e interfacce
  • Elettrovalvole distribuite e aggregate

Pneumatica proporzionale:

  • Elettrovalvole proporzionali
  • Controllo in pressione e controllo in flusso
  • Controllo proporzionale con tecniche digitali

Caratteristiche operative e dinamica dei sistemi pneumatici:

  • Sistemi RLC
  • Caratteristiche di portata della valvole
  • Effetti degli attriti nei cilindri

Generazione e gestione efficiente dell’aria compressa:

  • Centrali di compressione; compressori e trattamento dell’aria
  • Scelta del livello di pressione
  • Moltiplicatori di pressione e generazione autonoma

Sistemi pneumatici sicuri:

  • Fondamenti della Normativa macchine.
  • Analisi del rischio e livelli di sicurezza.
  • Esempi di funzioni di sicurezza e relativi circuiti.

Ottimizzazione dell’utilizzo dell’aria compressa:

  • Generazione dell’aria compressa.
  • Distribuzione dell’aria compressa.
  • Scelta ottimizzata dei componenti per minimizzare il consumo energetico.
  • Metodi di misura della generazione di aria compressa.
  • Metodi di misura del consumo di aria compressa.
  • Metodi per la ricerca di perdite in un sistema pneumatico complesso.
  • Metodi per la misura della qualità dell’aria compressa.

COLLAUDO DI UN SISTEMA MECCATRONICO

Obiettivi

  • Applicare le competenze acquisite nei corsi del modulo “Technicality…”
  • Acquisire una metodologia per effettuare la messa in funzione di un sistema reale
  • Effettuare la messa in funzione di un sistema reale in condizioni sicure
  • Fornire una visione complessiva ed approfondita delle attività tipiche dello studio, realizzazione e attivazione di un sistema meccatronico nell’ambito della realtà industriale

Argomenti

Descrizione del sistema

  • Descrizione delle specifiche
  • Descrizione del sistema di presa
  • Descrizione del sistema di visione
  • Descrizione della struttura meccanica
  • Descrizione della architettura di controllo

Messa in funzione:

  • Introduzione sulle varie fasi di una messa in funzione di un sistema reale
  • Realizzazione passo passo delle singole fasi

Accettazione del sistema:

  • Verifica dei risultati ottenuti e confronto con le specifiche richieste

CONCETTI DI BASE, PROGRAMMAZIONE E FUNZIONAMENTO DEI ROBOT INDUSTRIALI

Obiettivi

  • Acquisire una panoramica delle differenti tipologie di Robot
  • Conoscere principi e logiche di funzionamento dei Robot industriali
  • Utilizzare strumenti per effettuare una semplice programmazione

Argomenti

Tipologie di Robot e criteri di scelta

  • Prestazioni
  • Campi di impiego

Sicurezza dei Robot e celle robotizzate

Interfacciamento e bus di campo per la gestione delle periferiche

Descrizione delle funzionalità base di un robot industriale:

  • Istruzioni di sicurezza
  • Struttura e funzione di un sistema robot
  • Movimentazione robot
  • Messa in servizio del robot
  • Esecuzione di programmi robot
  • Gestione di file di programma
  • Creazione e modifica di movimenti programmati
  • Applicazione di funzioni logiche nel programma robot
  • Gestione di variabili
  • Utilizzo di pacchetti tecnologici

PRINCIPI DI AUTOMAZIONE OLEODINAMICA

Obiettivi

Fornire gli elementi di base della progettazione di sistemi idraulici ed elettroidraulici.

Argomenti

I principi dell’oleodinamica

  • Fluid Power: generazione (pompe), distribuzione (valvole e circuiti) ed utilizzo (cilindri e motori) della potenza idraulica
  • Fluid Care: importanza circuiti idraulici, metodologie predittive e preventive per la vita utile degli impianti, soluzioni di manutenzione

Elementi di progettazione elettroidraulica

  • Analisi delle specifiche (pressioni, portate, velocità) e delle funzioni richieste
  • Traduzione delle funzioni in automazione; definizione della richiesta di potenza idraulica, di schema idraulico e componentistica, di sensoristica e controllo, di architettura elettronica e visualizzazione
  • Casi applicativi
  • Aspetti normativi e legislativi dell’attuazione oleodinamica, specificità di sicurezza e sicurezza funzionale

PROGETTAZIONE DI SISTEMI MECCATRONICI

Obiettivi

  • Conoscere le principali normative di sicurezza ed apprendere le nozioni di base di progettazione meccatronica, dimensionamento e di automazione industriale.

Argomenti

Sicurezze funzionali applicate alla meccatronica:

  • Nozioni di base sui concetti di sicurezza applicata alle macchine (Normative di riferimento e Performance level),
  • Nozioni di base sulle funzionalità estese di sicurezza funzionali (STO, SoS, SS1/2, SLS..etc, con esercitazione pratica sui nostri PLC di sicurezza)

Progettazione meccatronica di un portale cartesiano a 3 assi:

  • Nozioni di base su motorizzazioni asincrone e sincrone e tipologie di riduttori (differenze, caratteristiche e campi applicativi),
  • Nozioni di base sui riduttori e dimensionamento delle catene cinematiche tramite sw Workbench (differenze, caratteristiche, campi applicativi ed esercizi pratici di dimensionamento su alcuni casi reali)
  • Nozioni di base sui principi generali di automazione industriale (Motion Controller, I/O, HMI, Bus di campo e azionamenti elettrici),
  • Sviluppo di un portale cartesiano Gantry a 3 assi (definizione dell’architettura hw di sistema con cenni di programmazione logica PLC/Motion e gestione della cinematica cartesiana tramite sw Multimotion)

TRASFORMAZIONE DIGITALE ED INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL MONDO INDUSTRIALE

Obiettivi

  • Comprendere i fattori abilitanti alla trasformazione digitale in ambito produttivo
  • Imparare ad identificare i contesti di applicabilità dell’Intelligenza Artificiale
  • Acquisire la consapevolezza di quali risultati è possibile raggiungere e con quali strumenti

Argomenti

  • La trasformazione digitale portata da industria 4.0
  • Dati e Intelligenza Artificiale come motore della trasformazione digitale
  • Introduzione al Machine Learning
  • Utilizzo dei dati come abilitatore dell’ottimizzazione dei processi produttivi
  • Tecnologie di Intelligenza Artificiale applicabili all’ambito industriale:
    • Riconoscimento visivo o Natura Language Processing
    • Classificazione e predizione di dati numerici
  • Casi d’uso: manutenzione predittiva e controllo qualità
  • Obiettivi, condizioni necessarie e prerequisiti
  • Metodologia e fasi di progetto:
    • Valutazione degli obiettivi e dei dati, analisi di fattibilità
    • Sviluppo del modello predittivo
    • Installazione e sperimentazione su un impianto produttivo
  • Strumenti
  • Esempi

SISTEMI DI MANUFACTORING

Obiettivi

Fornire agli allievi del Master, in conclusione del processo di approfondimento delle singole tematiche meccatroniche affrontate, una vista sistemica di insieme dell’articolazione di un sistema produttivo complesso e su scala internazionale, tipico di una realtà Corporate, e dei principi architetturali utili alla progettazione di ecosistemi software di gestione del Manufacturing.

Argomenti

Articolazione di un sistema produttivo complesso e su scala internazionale

Infrastrutture Industriali di supporto ai sistemi di produzione

Evoluzione storica dei sistemi di manufacturing

Piattaforme digitali per la fabbrica

Principali soluzioni architetturali Corporate

MODULO: SOFT SKILLS PER IL MANAGEMENT

  • Sensibilizzazione Economico-Finanziaria
  • Lavorare in Team
  • Comunicazione e Relazione
  • Sviluppare la leadership
  • Lean Management
  • Management: gestione e motivazione delle persone
  • Problem solving & decision making: pensiero sistemico in azione
  • Change Management
  • Project management
  • Vendite e Team Selling

SENSIBILIZZAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA

Obiettivi

L’insegnamento di Sensibilizzazione Economico-Finanziaria introduce gli allievi a una visione unitaria dei fenomeni aziendali con particolare riguardo allo sviluppo del sistema informativo contabile nelle imprese.

Argomenti

Introduzione al bilancio di esercizio

  • Le finalità del bilancio di esercizio e la logica della partita doppia per la rilevazione contabile degli accadimenti di gestione
  • Elementi fondamentali per la lettura e l’interpretazione del bilancio di esercizio: la riclassificazione degli schemi di stato patrimoniale e conto economico
  • La costruzione dei principali indicatori o quozienti di bilancio

LAVORARE IN TEAM

Obiettivi

Obiettivo del corso è di mettere in evidenza le dinamiche associate al lavoro di gruppo, unitamente agli strumenti necessari per creare e gestire un gruppo ad alte prestazione

Argomenti

  • Il concetto di lavoro di gruppo nelle varie declinazioni
  • I pilastri del lavoro di squadra
  • Ruoli e competenze all’interno del gruppo
  • Come si motiva un gruppo
  • Le dinamiche del gruppo e le fasi di sviluppo
  • Passare da un gruppo ad un gruppo ad alte prestazioni

COMUNICAZIONE E RELAZIONE

Obiettivi

Obiettivo del corso è sviluppare competenze e strumenti per gestire in modo efficace le principali dinamiche organizzative.

Argomenti

  • La comunicazione come elemento chiave di ogni relazione interpersonale:
  • Modelli e stili di comunicazione:
  • L’approccio professionale alla comunicazione interpersonale
  • Analisi dell’interlocutore: caratteristiche e motivazioni di fondo
  • Le strategie comunicazionali efficaci in ragione delle caratteristiche dell’interlocutore
  • Parlare in pubblico: strumenti e dinamiche

SVILUPPARE LA LEADERSHIP

Obiettivi

Il corso mira a sviluppare la capacità di leadership, intesa come il saper costruire un proprio percorso di crescita e sviluppo personale e professionale, e di essere sempre più consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza. La padronanza personale verrà utilizzata quale competenza chiave in questo percorso di selfleadership.

Argomenti

  • Padronanza Personale e self- leadership
  • La visione personale
  • Il sentiero della minor resistenza
  • Credenze depotenzianti e potenzianti
  • Leadership e lavoro di squadra

LEAN MANAGEMENT

Obiettivi

In un contesto in continua evoluzione, per garantire livelli di performance eccellenti, è necessario mettere in discussione gli attuali paradigmi e aprirsi a nuove tecniche di miglioramento dei processi aziendali. Il corso propone una completa panoramica dei fondamentali principi e delle tecniche lean: riduzione dei costi totali, la diminuzione dei tempi di consegna, l’aumento della flessibilità, l’eliminazione degli sprechi, la riduzione degli scarti. Saranno offerti suggerimenti per l’applicazione e l’adattamento dei principi Lean alla realtà lavorativa dei partecipanti, al fine di aumentare la produttività e la resilienza di business, riducendo al contempo gli sprechi.

Argomenti

  • Dare valore per il cliente: mappare il valore e definire gli obiettivi di miglioramento
  • Modulare la produzione in base alla domanda del cliente
  • Riduzione dei tempi di set up
  • TPM e SMED: affidabilità degli impianti
  • LTR ed indice di flusso: riduzione del tempo di attraversamento

MANAGEMENT: GESTIONE E MOTIVAZIONE DELLE PERSONE

Obiettivi

La maggior parte delle organizzazioni utilizza modelli di management vecchi di almeno 50 anni e non più adatti alle nuove sfide. Reinventare il management è di fondamentale importanza, in quanto il vantaggio competitivo non si ottiene solamente con un buon modello di business ma anche con un valido modello di management. Il corso dopo avere affrontato e declinato la differenza tra Business Model e Management Model propone un nuovo modello di management (Management 3.0) ed il profilo delle nuove competenze che il Manager 3.0 deve possedere per gestire il presente, creare il futuro e costruire organizzazioni dove le persone siano realmente i principali stakeholder.

Argomenti

  • Business Model & Management Model
  • L’importanza del “Why”
  • Cosa fare per permettere alle persone di lavorare al meglio
  • Il processo delega
  • Il processo psicologico in base al quale la motivazione nasce, si sviluppa e svanisce
  • Le teorie fondamentali sulla motivazione
  • Credenze erronee riguardo alla motivazione
  • Quando premiare equivale a deprimere
  • Prima di motivare evitiamo di demotivare
  • Dalla motivazione all’engagement
  • Misurare l’engagement

PROBLEM SOLVING & DECISION MAKING: PENSIERO SISTEMICO IN AZIONE

Obiettivi

La sessione si propone di portare i partecipanti a comprendere le logiche di base e gli strumenti utili all’analisi, alla definizione e risoluzione efficace dei problemi aziendali individuando le caratteristiche del processo decisionale più opportuno e definendone pregi e difetti.

Argomenti

  • Le fasi del problem solving & decision making
  • Mappare e gestire la complessità: il linguaggio e gli strumenti del Pensiero Sistemico
  • Riconoscere i motori della crescita e i fattori limitanti
  • Come trovare l’effetto leva
  • Dynamic Thinking: cogliere i mille rimbalzi della pallina
  • Cosa accade se: dalla strategia alla simulazione dinamica

CHANGE MANAGEMENT

Obiettivi

  • Comprendere le varie fasi del processo di cambiamento ed imparare a gestirle con successo.
  • Fornire strumenti e competenze per imparare a gestire con successo il processo di change management.

Argomenti

Change management in azione:

  • I pilastri del cambiamento
  • Cambiamento ed apprendimento, un binomio inscindibile
  • Il processo di cambiamento autodiretto
  • Paure, resistenze: come superarle
  • Più spingi più resisto: imparare ad aspettare il m omento giusto.
  • CHKEYS: un modello di cambiamento in 7 fasi.

Cambiamento e cultura aziendale:

  • Sviluppare la cultura del cambiamento
  • Cambiamento operativo, strategico, organizzativo e culturale

PROJECT MANAGEMENT

Obiettivi

  • Conoscere le principali metodologie e la strumentazione tecnica
  • Acquisire la consapevolezza delle difficoltà di gestione di un progetto

Argomenti

Apprendimento di un modello per la gestione dei progetti

  • Il ruolo del Project Manager e degli altri attori insieme alle relazioni organizzative
  • Definire gli obiettivi del progetto; modalità e impatto sulla soddisfazione del cliente
  • L’incertezza del progetto: rischi ed opportunità

Conoscere le fasi di progetto e sperimentare la pianificazione e il controllo

  • Acquisire la conoscenza per la corretta gestione delle Fasi: Avvio, Impostazione, Pianificazione, Esecuzione, Monitoraggio e Chiusura
  • Imparare l’utilizzo della WBS (Work Breakdown Structure) nella pianificazione del progetto
  • Costruire il reticolo di relazioni tra le diverse attività, valutare il costo e i tempi, individuare e utilizzare il percorso critico

Apprendere gli strumenti per la gestione

  • Monitorare lo stato di avanzamento
  • Analizzare gli scostamenti ed aggiornare le previsioni
  • Impostare efficacemente le azioni correttive

Apprendere gli strumenti per la gestione manageriale di un progetto

  • La comunicazione efficace in un progetto
  • La gestione del team e la leadership di progetto
  • Prevenire i conflitti e negoziare

VENDITE E TEAM SELLING

Obiettivi

  • Apprendere le tecniche per una efficace gestione del ciclo della vendita
  • Acquisire competenze per la gestione degli atteggiamenti sulla base dello stile comportamentale del cliente
  • Apprendere l’importanza delle tecniche di negoziazione per il raggiungimento degli obiettivi
  • Comprendere le dinamiche della vendita in Team

Argomenti

Il ciclo della vendita

  • Analisi delle fasi necessarie per una efficace gestione della vendita
  • Comprendere i fabbisogni dei clienti
  • Domande ed ascolto strategico per comprendere meglio i fabbisogni dei clienti

Stili comportamentali e Atteggiamenti dei clienti

  • I diversi atteggiamenti del cliente e le tecniche per una efficace gestione
  • Gli stili comportamentali, il modello DISC
  • Tecniche e metodi per una efficace gestione e fidelizzazione dei clienti in ottica relazionale

La negoziazione e la vendita in Team

  • Le basi per una efficace negoziazione
  • Tecniche di negoziazione efficace
  • Le fasi di creazione di un Team
  • La gestione del cliente da un Team completo

COME ISCRIVERSI

GRADUATORIA

+39 0331 572111

info@liuc.it

(C) Università Carlo Cattaneo LIUC | C.so Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA) | Codice Fiscale e Partita IVA 02015300128

Scopri maggiori informazioni e dettagli sul nostro Master MeMa

You have Successfully Subscribed!