MASTER


Merchant banking e private capital – MMB

HOME
BANDO
REGOLAMENTO
PIANO DI STUDI
BORSE DI STUDIO
SYLLABUS

Merchant banking e private capital – MMB

Il Master Universitario in Merchant Banking e Private Capital vuole rispondere alla crescente domanda di professionisti preparati ad operare nel campo finanziario. La figura che si intende formare risulta attualmente poco presente nel contesto formativo italiano ma molto richiesta dal mercato, con particolare riferimento alle società di private capital (private equity, venture capital e private debt), al sistema bancario, alle società di consulenza in corporate finance, alle società di M&A, alle imprese per la funzione di pianificazione e sviluppo e di corporate buyer.

La finanza straordinaria si è rivelata negli ultimi anni un fattore critico di successo, oltre che per le grandi realtà, anche per le imprese di piccole-medie dimensioni che sempre più spesso accedono a strumenti di finanza innovativa, quale ad esempio il private equity. Grande enfasi viene rivolta agli aspetti pratici dei temi trattati, tramite lo studio di casi concreti ed un ampio ricorso alla modellistica.

Calendario

Lezioni in aula: dal 11/02/2019 al 07/06/2019
Stage: dal 02/07/2019 al 19/10/2019
Discussione finale: 22/10/2019

DESTINATARI

Laureati, con o senza esperienze lavorative, interessati al mondo della finanza aziendale ordinaria e straordinaria, con particolare riferimento al comparto del private capital (private equity, venture capital e private debt).

OBIETTIVI

Formare figure professionali in grado di inserirsi efficacemente e con successo nel mondo della finanza d’affari attraverso l’approfondimento di tematiche quali corporate finance, strategia e operazioni di finanza straordinaria, analisi di bilancio avanzata, business planning, valutazione di azienda, private equity e venture capital, private debt, capital market, borsa e quotazione, tax and legal e business english.

QUOTA D'ISCRIZIONE

€ 7.500

Sono previsti esoneri parziali. Per accedervi consultare il relativo Bando.

DICONO DI NOI

Alessandro Pescara

Amministratore Delegato
Il Master è stata una esperienza di livello assoluto, mi ha consentito di intraprendere una carriere professionale di successo e di crearmi una rete di contatti fondamentale per il mio futu...
Il Master è stata una esperienza di livello assoluto, mi ha consentito di intraprendere una carriere professionale di successo e di crearmi una rete di contatti fondamentale per il mio futuro. Lo rifarei altre cento volte!

Giorgio Fenili

Analista finanziario
Il Master in Merchant Banking è stata l'esperienza formativa più importante della mia carriera universitaria. I punti di forza sono stati la qualità del team di docenza e la grande vicina...
Il Master in Merchant Banking è stata l'esperienza formativa più importante della mia carriera universitaria. I punti di forza sono stati la qualità del team di docenza e la grande vicinanza con il mondo del lavoro.

COLLABORAZIONI

Kpmg

FitchRatings

Studio Pirola Pennuto Zei

Arventia Investments

Icma San Giorgio

BANDO

Articolo 1 – Il Master

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC istituisce un concorso per l’ammissione al Master Universitario di primo livello in Merchant Banking e Private Capital – MMB, di seguito semplicemente Master. La gestione e la frequenza al Master sono organizzate in conformità allo Statuto e ai Regolamenti di Ateneo oltre che al Regolamento dei Master universitari approvato dagli organi accademici.

Il Master prevede collaborazioni con Kpmg, Fitch Ratings, Studio Pirola Pennuto Zei, Arventia Investments, Icma San Giorgio.

Le competenze acquisite nel corso del Master possono far accedere a posizioni come professionisti del mondo della finanza d’affari e del private capital in particolare, business financial analyst con crescente ruolo di responsabilità.

 

Articolo 2 – Requisiti di ammissione

2.1 – Destinatari      

Il Master si rivolge a laureati triennali, con o senza esperienze lavorative, interessati al mondo della finanza d’affari, con particolare riferimento al comparto del pirvate capital.

2.2 – Titoli di studio necessari

Per l’ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea triennale o magistrale in discipline economiche, giuridiche e tecnico-scientifiche.

2.3 – Titoli di studio conseguiti presso università non italiane

Per i titoli di studio conseguiti in università non italiane occorre la dichiarazione di valore in loco rilasciata dalla competente autorità diplomatica della rappresentanza italiana all’estero competente per territorio (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa di relativo timbro in originale e attestante gli anni di scolarità (minimo 12) e che ne attesti l’equipollenza con il corrispondente titolo italiano.

2.4 – Altri requisiti necessari

Buona conoscenza della lingua inglese

 

Articolo 3 – Posti disponibili

3.1 – Partecipanti a pieno titolo

Il numero di iscritti effettivi è fissato in un minimo di 15 e in un massimo di 25 partecipanti.

3.2 – Laureandi

Sono ammessi  laureandi (v.art.2.3 Regolamento Master).

3.3 – Partecipazione di Uditori

E’ ammessa  la partecipazione di uditori (v.art.4.3 Regolamento Master).

 

Articolo 4 – Direzione e Comitato di Direzione Scientifica

Il Direttore scientifico del Master è Anna Gervasoni.

Il Comitato di Direzione Scientifica è composto da: Anna Gervasoni, Francesco Bollazzi, Antonio Colombo, Maurizio Bernardi (Partner Studio Pirola Pennuto Zei), Alessandro Settepani (Senior Partner di FitchRatings Italia), Eugenio Morpurgo (Amministratore Delegato di Fineurop Soditic), Gabriele Cappellini (Amministratore Delegato del Fondo Italiano di Investimento Sgr), Giorgio Colombo (Amministratore Delegato di Icma San Giorgio), Giovanni Gorno Tempini (Amministratore Delegato di Cassa Depositi e Prestiti), Marco Canale (Amministratore Delegato di MP Venture).

 

Articolo 5 – Organizzazione didattica del Master

5.1 – Durata del Master e CFU

Il Master ha la durata di 9 mesi e riconosce 60 Crediti Formativi Universitari (CFU). Il Master è a tempo tempo pieno. Le ore d’aula frontale sono previste in un numero di 368 con crediti e 20 senza riconoscimento crediti, alle quali si aggiunge un tirocinio formativo. Il Piano degli Studi è allegato al presente Bando e ne costituisce parte integrante.

5.2 – Sede del Master

Le lezioni del Master si terranno presso LIUC – Università Cattaneo, Castellanza.

5.3 – Lingua

Le lezioni e le prove d’esame del Master si svolgono in lingua italiana.

5.4 – Calendario delle lezioni

Il calendario dettagliato delle lezioni e degli esami viene pubblicato sul sito del Master.

La giornata di apertura del Master è prevista per il giorno 12 febbraio 2018.

Le discussioni dei progetti finali si terranno il 24 ottobre 2018.

5.5 – Requisiti di Frequenza

Gli iscritti sono tenuti a seguire i corsi delle lezioni e a partecipare alle attività pratiche.

Per essere ammesso alla prova finale, lo studente dovrà avere frequentato le lezioni e le altre attività previste a Piano Studi per non meno del 70%.

 

Articolo 6 – Domanda di ammissione alla selezione e procedure di selezione

6.1 – Domanda di ammissione

Il candidato deve presentare domanda di ammissione (Application Form) al concorso di selezione allegando tutti i documenti specificati nel presente Bando. La domanda di ammissione deve essere compilata esclusivamente accedendo al sito https://sol.liuc.it sul quale si troveranno tutte le indicazioni necessarie alla compilazione e alla stampa del modulo compilato.

Le domande devono essere presentate direttamente a mano o spedite tramite posta alla c.a. di Elisabetta Mentasti – Ufficio Master, Corso Matteotti, 22 – 21053 Castellanza (Va), entro il 24 novembre  2017 (farà fede il timbro postale) allegando i seguenti documenti:

– per i possessori di titolo di studio conseguito in Italia:

  • autocertificazione (debitamente firmata) attestante conseguimento del Titolo di studio;
  • n. 2 fotografie identiche formato tessera (tutte firmate sul retro);
  • curriculum vitae indicante la posizione lavorativa ricoperta attualmente ed il numero degli anni di lavoro;
  • fotocopia (fronte e retro) firmata della carta d’identità e del codice fiscale;
  • se studente extra U.E. il visto di ingresso per studio valido per la durata dell’intero Master o la ricevuta della richiesta di visto;
  • eventuali certificazioni di conoscenza di lingua italiana se disponibile: l’accertamento delle conoscenze linguistiche sarà comunque svolta dalla commissione di selezione;
  • eventuali lettere di referenza.

– per i possessori di titolo di studio conseguito all’estero:

  • certificato di laurea e diploma originale rilasciato dalla competente autorità accademica con relativa traduzione ufficiale in lingua italiana;
  • certificato attestante gli esami superati e relativa votazione rilasciato dalla competente autorità accademica;
  • dichiarazione di valore in loco della Rappresentanza italiana all’estero competente x territorio (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa di relativo timbro in originale e attestanti gli anni di scolarità (min. 12);
  • legalizzazione consolare di tutti i documenti redatti in lingua straniera ai fini della selezione;
  • curriculum vitae indicante la posizione lavorativa ricoperta attualmente ed il numero degli anni di lavoro;
  • fotocopia fronte retro firmata del passaporto o della carta di identità ed eventuale codice fiscale;
  • n. 2 fotografie identiche formato tessera (tutte firmate sul retro);
  • se studente extra U.E. la ricevuta della richiesta di visto o il visto di ingresso per studio valido per la durata dell’intero Master .

I candidati di nazionalità straniera dovranno presentare la domanda in tempo utile per poter procedere con l’emissione del visto.

6.2 – Procedura di selezione

Le candidature pervenute saranno valutate da una specifica Commissione, composta dal Direttore scientifico del Master, dal Coordinatore del Master e da un docente del Master. La selezione dei candidati sarà effettuata mediante: valutazione curriculare (tipo di laurea, percorso professionale, percorso formativo, conoscenza della lingua inglese); colloquio attitudinale / motivazionale; breve test di ingresso focalizzato sulle tematiche basic di corporate finance e valutazione d’azienda, per il quale viene fornito un sintetico kit study utile per la preparazione.

Al termine della selezione verrà stilato e pubblicato sulla relativa pagina web del Master l’elenco degli ammessi che riceveranno conferma di idoneità dal Direttore scientifico o dal Coordinatore/Tutor del Master tramite e-mail.

6.3 – Immatricolazione

L’immatricolazione verrà formalizzata con l’avvenuto pagamento della prima rata della tassa di iscrizione. Agli studenti immatricolati verrà rilasciata una tessera di riconoscimento, LIUC CARD, valida per l’intero percorso di studi. La LIUC CARD è strettamente personale e dovrà essere presentata in occasione di esami o altre attività previste dal percorso di studi come unico documento identificativo dello studente. Al termine degli studi o in caso di trasferimento, decadenza o rinuncia agli studi, tale documento deve essere restituito all’Ufficio Master.

In caso di furto, smarrimento o distruzione della stessa, lo studente deve esplicitare le circostanze in cui è avvenuto il fatto e chiedere il rilascio del duplicato (il costo del duplicato della LIUC CARD è di 20,00 euro) presentando all’Ufficio Master:

  • domanda redatta in carta legale contenente le generalità del richiedente e il numero di matricola;
  • autodichiarazione di furto o smarrimento;
  • due fotografie formato tessera debitamente firmate sul retro.

Lo studente è responsabile personalmente di eventuali alterazioni della propria LIUC CARD.

 

Articolo 7 – Tasse e contributi

7.1 – Iscritti a pieno titolo

La quota complessiva di partecipazione al Master è di Euro 7.500.

La prima rata, deve essere pagata entro il 10 gennaio 2018 per l’importo di Euro 3.750 a cui va aggiunto l’importo dell’imposta di bollo pari a Euro 16,00.

La seconda rata deve essere pagata entro novanta giorni dall’inizio del Master per il valore di Euro 3.750.

7.2 – Iscrizione come uditore

La tassa per gli uditori è fissata in Euro 5.000.

La prima rata, deve essere pagata al momento dell’iscrizione per l’importo di Euro 4.000. Alla domanda di iscrizione per uditore va sempre apposta la marca da bollo secondo il valore vigente.

La seconda rata deve essere pagata entro novanta giorni dall’inizio del Master per il valore di Euro 1.000.

7.3 – Restituzione delle tasse

In caso di attivazione del Master, come da Articolo 6 del Regolamento Master, i candidati iscritti non hanno diritto in nessun caso alla restituzione delle tasse, soprattasse, rate e contributi pagati.

 

Articolo 8 – Decreto Rettorale di emanazione del Bando

Il Bando del Master è emanato con Decreto del Rettore e pubblicato su sito web dell’Università – www.liucbs.it.

REGOLAMENTO

Articolo 1 – Ambito di applicazione

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC (di seguito definita LIUC) attraverso la Divisione Ricerca e Formazione (d’ora in poi denominata LIUC Business School) promuove, anche in collaborazione con altri Atenei italiani o stranieri, con Enti e soggetti pubblici o privati italiani o stranieri, Master universitari di primo e secondo livello (di seguito generalmente definiti Master).

I Master sono istituiti ai sensi dell’art. 28 dello Statuto, dell’art. 28 del Regolamento Generale di Ateneo, dell’art. 17 del Regolamento Didattico di Ateneo e organizzati nel rispetto del Regolamento di Ateneo per la Divisione Ricerca e Formazione e delle disposizioni del presente Regolamento.

Articolo 2 – Definizione e struttura

I Master universitari di primo e secondo livello hanno l’obiettivo di preparare i laureati al mondo del lavoro fornendo loro competenze utili all’inserimento in ambito professionale e lavorativo e/o di fornire gli strumenti necessari a chi già lavora e ha necessità di aggiornamento e approfondimento.

I Master hanno di norma la durata di un anno accademico e riconoscono almeno 60 Crediti Formativi Universitari secondo la normativa vigente. Sono previste ore di aula frontale, seminari ed altre attività (non inferiori a 240 ore), un tirocinio e/o la realizzazione di un project work.

Il numero minimo ed il numero massimo degli iscritti sono definiti nel Bando approvato per la partecipazione ai singoli Master (di seguito Bando), tenuto conto delle regole generali stabilite dalla LIUC Business School, dei requisiti di qualità della didattica d’aula e nel rispetto dell’equilibrio economico del Master.

Le materie di insegnamento possono essere integrate da corsi, conferenze e seminari su argomenti specialistici tenuti da studiosi delle varie materie. Il percorso formativo può essere a tempo pieno o parziale.

Il conseguimento dei crediti corrispondenti alle varie attività è subordinato, oltre al rispetto degli obblighi di frequenza e alla regolarità amministrativa, al superamento di tutte le prove di verifica programmate.

Articolo 3 – Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione al Master di primo livello è indispensabile il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea di cui al D.R. n.270/04 o titolo equipollente di precedenti ordinamenti;
  • altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Per l’ammissione al Master di secondo livello è indispensabile il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea magistrale di cui al D.R. n.270/04 o titolo equipollente di precedenti ordinamenti;
  • diploma di laurea di cui alla legge 341/90;
  • altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

Il riconoscimento dell’idoneità dei titoli di studio conseguiti all’estero ai soli fini dell’ammissione ai corsi Master universitari è disposto da una Commissione appositamente nominata composta dal Rettore, dal Dean della Liuc Business School e dal Direttore della Divisione Didattica, nel rispetto degli accordi internazionali e delle disposizioni normative in materia.

Il candidato dovrà presentare domanda di ammissione alla selezione compilando il modulo presente on line all’interno del sito del Master, pagando la tassa di iscrizione alla selezione e inviando tutti i documenti specificati nel Bando. Le candidature saranno valutate da una specifica Commissione di selezione a tal fine nominata attraverso una o più delle seguenti modalità: valutazione curriculare, valutazione della esperienza lavorativa, valutazione delle motivazioni espresse nella domanda di ammissione, colloquio attitudinale/motivazionale, valutazione di conoscenza della lingua richiesta per la partecipazione, test d’ingresso.

Le norme nazionali non consentono l’iscrizione contemporanea a più corsi di studio universitari. Il candidato pertanto dovrà dichiarare di non trovarsi in tale situazione di incompatibilità.

I laureandi, triennali o magistrali, in relazione al titolo necessario per l’ammissione al Master una volta superate le prove di selezione previste, possono iscriversi “in ipotesi” ai Master, presentando istanza al Direttore del Corso.

L’iscrizione potrà essere perfezionata solo dopo il conseguimento della Laurea purché la stessa sia stata ottenuta nell’Anno Accademico antecedente a quello di svolgimento del Master.

Nel caso lo studente non riuscisse a laurearsi nell’Anno Accademico antecedente, la sua iscrizione al Master sarà considerata nulla e gli importi pagati a titolo di frequenza restituiti o potrà, presentando istanza al Direttore del Corso, proseguire la frequenza al Master in qualità di uditore.

Nel rispetto di quanto previsto ai precedenti punti, i requisiti e le competenze necessari per l’ammissione agli specifici Master, coerenti con gli obiettivi dei corsi, sono definiti nei relativi Bandi.

Articolo 4 – Tasse e contributi

Le quote di partecipazione al Master e le modalità di versamento delle stesse sono indicate nel Bando.

I candidati dovranno dichiarare nella domanda di iscrizione di conoscere ed accettare l’Art. 27 del Regolamento Studenti, approvato con R.D. n.1269/38, che qui si intende richiamato ed applicato al Master, altresì dichiarando di accettare e riconoscere di non avere diritto in nessun caso, alla restituzione delle tasse, soprattasse e contributi pagati.

Articolo 5 – Prove di verifica

Per il conseguimento del Diploma di Master è richiesto il superamento delle prove di esame di ogni singolo corso e il rispetto della frequenza, laddove richiesta, pari ad almeno il 70% di ogni singolo corso o modulo costituito da un insieme di corsi omogenei sotto il profilo dei contenuti, nonché delle ulteriori attività previste nel Piano degli Studi. E’ inoltre indispensabile il superamento di un esame finale consistente nella discussione di una dissertazione scritta su una o più tematiche sviluppate durante il Master e/o approfondite durante il tirocinio.

Eventuali esami residui potranno essere recuperati in apposite sessioni. I voti d’esame sono espressi in trentesimi.

La Commissione degli esami di profitto è definita dal Direttore scientifico del Master.

La Commissione giudicatrice dell’esame finale è costituita da cinque docenti del Master. La votazione finale tiene conto delle valutazioni conseguite nelle attività formative precedenti, in particolare della media ponderata delle votazioni in trentesimi espressa in centodecimi, cui è possibile aggiungere fino ad un massimo di otto centodecimi, avuto riguardo alle altre attività svolte (tirocinio, project work, tesi, ecc.) e alla valutazione complessiva dello studente.

Tutte le tesi dei corsi Master devono essere sottoposte alla valutazione del software antiplagio. Qualora la verifica antiplagio dovesse evidenziare parti dell’elaborato non genuine, l’estensore non sarà ammesso a sostenere la discussione della tesi, fatta salva, laddove applicabile, la normativa prevista nel R.D. 20 giugno 1935, n. 1071 Modifiche ed aggiornamenti al testo unico delle leggi sulla istruzione superiore ed alla L. n. 475 del 19.4.1925 di Repressione della falsa attribuzione di lavori altrui da parte di aspiranti al conferimento di lauree, diplomi, uffici, titoli e dignità pubbliche.

E’ prevista una sessione ordinaria di tesi ed una di eventuale recupero in caso di gravi e giustificati motivi da parte del candidato. Tra la prima e la secondo sessione devono intercorrere almeno 20 giorni lavorativi.

Per i Master con più di 50 iscritti possono essere previste due sessioni ordinarie di tesi ed una eventuale straordinaria.

A coloro che abbiano superato l’esame finale viene rilasciato il Diploma di Master universitario di primo o secondo livello.

Nel caso in cui lo studente, per giustificato motivo oggettivo, non riuscisse a sostenere la prova finale entro la seconda sessione di tesi programmata, potrà chiedere di poter discutere nella sessione di tesi di un’edizione successiva presentando istanza con marca da bollo al Direttore scientifico del Master, pagando le vigenti spese di segreteria. Nel caso in cui l’Università non avviasse una nuova edizione allo studente verrà rilasciata una certificazione di frequenza del Master, ma non potrà essere rilasciato il titolo legale.

Articolo 6 – Richiesta sospensione ed iscrizione ad edizione successiva

Lo studente iscritto ad un Master che non abbia ancora sostenuto tutti gli esami può presentare al Direttore scientifico del Master istanza di sospensione per giustificato motivo oggettivo con conseguente chiusura della carriera, previo saldo dell’intero importo dovuto riportato a Bando. Potrà in seguito, nel caso in cui siano attivate ulteriori edizioni, completare il Master nella sola prima edizione utile riscrivendosi e presentando al Direttore scientifico del Master una seconda istanza di immatricolazione con riconoscimento dei crediti già acquisiti e dei versamenti già effettuati, pagando la vigente tassa di segreteria, l’imposta di bollo secondo il valore vigente e l’eventuale integrazione di quanto dovuto per la copertura dei costi della nuova edizione.

Nel caso in cui la sospensione dal Master non fosse avvenuta per giustificato motivo oggettivo, lo studente dovrà versare l’eventuale saldo delle tasse dell’edizione Master alla quale era originariamente iscritto. Nel caso in cui decidesse di riscriversi ad un’edizione successiva del Master dovrà pagare interamente l’importo relativo alla nuova edizione e, pagando la vigente tassa di segreteria, gli verranno riconosciuti i crediti acquisiti compatibili con il piano di studi relativo alla nuova edizione. Le istanze validate dal Direttore scientifico del Master verranno vagliate dal Dean della Liuc Business School. Se nessuna edizione successiva dovesse essere attivata, lo studente non potrà completare il percorso Master.

Articolo 7 – Uditori

I singoli Bandi possono prevedere l’ammissione di uditori all’intero Master. Il numero degli uditori non può superare il 20% degli iscritti a pieno titolo.

L’iscrizione come uditore può essere ammessa, nei limiti stabiliti, solo a soggetti non in possesso dei titoli di ammissione necessari. In nessun caso sarà quindi possibile convertire l’iscrizione come uditore in un’iscrizione effettiva al Master.

Gli uditori all’intero Master possono ottenere una dichiarazione di frequenza se frequentano almeno il 70% delle attività previste, ad eccezione del tirocinio, ma non possono ottenere il riconoscimento di Crediti Formativi Universitari.

Articolo 8 – Norme etiche

Gli studenti dei Master universitari sono a pieno titolo studenti dell’Università con tutti gli obblighi e i diritti degli studenti dei corsi di laurea attivi. Le violazioni al Codice etico e disciplinare della comunità universitaria adottato dall’Università e pubblicato sul sito Internet dell’Università all’indirizzo http://www.liuc.it/chi-siamo/statuto-codice-etico/codice-etico/ sono oggetto di procedure disciplinari.

Articolo 9 – Proposta di attivazione

La proposta di attivazione di un Master universitario può venire da un docente strutturato o non strutturato oppure da un cliente potenziale.

Il Dean della LIUC Business School ha il compito di valutare le proposte di attivazione che, saranno presentate al Consiglio Accademico. L’attivazione dei Master universitari è disposta con Decreto del Rettore a seguito di delibera del Consiglio di Amministrazione su proposta del Consiglio Accademico.

Le proposte sono deliberate dagli organi competenti di norma entro il 30 luglio.

La proposta dovrà essere redatta secondo lo schema predisposto dagli uffici competenti e, di norma, dovrà specificare:

  1. la denominazione del corso e la specifica ”Master di I° livello” oppure “Master di II° livello”;
  2. la lingua del corso e gli eventuali requisiti di competenza linguistica necessari;
  3. i requisiti di partecipazione al concorso di selezione in termini di titoli di studio necessari fermi restando i requisiti minimi di legge e altri requisiti in termini di competenze ed esperienza richieste;
  4. il profilo professionale e le competenze attese in uscita;
  5. l’indicazione del Direttore scientifico del Master;
  6. la composizione del Comitato di Direzione scientifica, se istituito, con un numero di membri non inferiore a tre;
  7. il numero massimo di studenti ammessi ed il numero minimo previsto per l’attivazione del corso;
  8. l’eventuale ammissione di uditori;
  9. la durata del corso e se il corso è full time / part time;
  10. il target di prezzo specificando le eventuali rateizzazioni;
  11. il piano finanziario (budget);
  12. la sede del corso, le eventuali altre sedi universitarie con cui consorziarsi e il loro apporto nel contesto didattico, organizzativo e finanziari;
  13. il Piano degli Studi (aula e attività specifiche come project work, tesi, stage etc., definite all’interno del programma);
  14. il Syllabus di dettaglio di ogni singolo corso con indicazione dei docenti previsti;
  15. eventuali enti e soggetti esterni che collaborano allo svolgimento del Master.

L’Università si riserva di non attivare il Master in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti, dandone tempestiva comunicazione agli interessati entro il 10° giorno antecedente la data prevista di inizio. In caso di mancata attivazione del Master, si provvederà a restituire le eventuali somme incassate dall’Università con esclusione di ulteriori altre spese, materiali e non, sostenute dal candidato.

Articolo 10 – Organi del Corso

Il Direttore scientifico del Master esplica la sua attività nel rispetto dello Statuto, del Regolamento didattico di Ateneo e del Regolamento di Ateneo per la Divisione Ricerca e Formazione e del Codice Etico.

Il Direttore scientifico:

  • propone al Dean della LIUC Business School il corpo docenti del Master;
  • può nominare un Coordinatore delegandolo alla cura degli aspetti organizzativi;
  • assume la responsabilità del funzionamento del corso e assicura lo svolgimento di tutte le attività organizzative definite nella programmazione didattica;
  • assegna le tesi;
  • firma i diplomi congiuntamente al Rettore e al Direttore Generale.

Può essere istituito un Comitato di Direzione Scientifica che, insieme al Direttore scientifico, provvede ad orientare il Master sul piano dei contenuti necessari per una proficua formazione degli studenti. Il Comitato di Direzione Scientifica è composto da membri appartenenti al mondo universitario o qualificati professionisti del settore e resta in carica per l’intera durata del Master.

Articolo 11 – Bando di attivazione

Il Bando, emanato con Decreto del Rettore, deve contenere: la denominazione del Master, eventuali Partnership, gli obiettivi e la lingua del Master, le modalità di iscrizione, i requisiti di accesso e gli eventuali titoli di studio valutabili, la documentazione richiesta, i termini e le modalità di svolgimento della selezione, il numero minimo e massimo degli allievi previsti, la sede, la durata, il piano degli studi, il calendario delle lezioni, la quota di partecipazione, le eventuali agevolazioni economiche.

Qualora fossero previste Borse di studio, per la copertura totale o parziale della retta di iscrizione al Master, verrà emanato uno specifico Bando per la loro assegnazione.

Articolo 12 – Piano Finanziario

Il Budget è predisposto dal Direttore scientifico del Master secondo un apposito modello. Il Budget deve riportare le fonti di finanziamento del Master (tasse a carico degli studenti, contributi di aziende o enti) e i costi preventivati. Il Budget deve includere tutti i costi variabili specifici del Master e deve includere un margine di contribuzione ai costi generali e al funzionamento dell’Università. Il Budget deve essere approvato dal Dean della LIUC Business. Il Budget operativo autorizza il Direttore scientifico del Master a richiedere agli istruttori dell’Ufficio Master l’emissione di ordini interni nei limiti previsti dal Budget stesso.

Articolo 13 – Valutazione del Master

Il livello qualitativo del Master, delle attività formative svolte durante il Corso e dei docenti sono oggetto di periodica analisi verificato tramite somministrazione di questionari di valutazione.

Articolo 14 – Decreto Rettorale di emanazione del Regolamento

Il presente Regolamento è emanato con Decreto del Rettore ed entra in vigore il giorno successivo a quello di emanazione dandone adeguata forma di pubblicità sul sito Web dell’Università.

PIANO DI STUDI

CORSI SETTORE

DISCIPLINARE

ORE AULA CREDITI MOD. VALUTAZIONE (VOTO/GIUDIZIO)
Corporate Finance SECS –P/08 60 7 Voto
Strategia, Finanza Straordinaria ed M&A SECS –P/07 55 6 Voto
Analisi di Bilancio SECS –P/07 60 7 Voto
Business Planning SECS –P/07 25 3 Voto
Private Equity e Venture Capital SECS –P/08 60 7 Voto
Private Debt, Rating e Credit Risk Analysis SECS –P/11 36 4 Voto
Valutazione d’Azienda SECS –P/07 20 3 Voto
Quotazione e Governance SECS –P/08 24 3 Voto
Business English 20
Totale ore 360 40
Totale ore d’aula con crediti 340
Totale ore d’aula senza crediti 20
TIROCINIO FORMATIVO 500 20 Giudizio
Totale Ore Master 860 60

BORSE DI STUDIO

BANDO DI CONCORSO PER L’ASSEGNAZIONE DI ESONERI PARZIALI PER LA PARTECIPAZIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN MERCHANT BANKING E PRIVATE CAPITAL A.A. 2018/2019

 

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC indice per l’Anno Accademico 2018/2019 un concorso per l’assegnazione di esoneri parziali riservati ai laureati (triennali, magistrali o di specialistica) con votazione pari o superiore a 99/110 (o a 90/100), che presentino, entro il 14 dicembre 2018, domanda di ammissione al Master Universitario di Primo Livello in Merchant Banking e Private Capital rispettando le modalità riportate a Bando.

 

Importo ed entità numerica

Sono previsti:

  • 2 esoneri parziali, pari a 6.500 euro lordi ciascuno. Gli esoneri saranno suddivisi in due tranche da 3.250 euro ciascuna. L’assegnazione della seconda tranche dell’esonero è subordinata al conseguimento, al termine del primo trimestre, di una media pari ad almeno 27/30 e al rispetto delle norme previste dal regolamento del Master; nel caso in cui la media non venisse rispettata lo studente dovrà pagare la seconda tranche entro l’11 maggio 2019. All’atto dell’immatricolazione lo studente dovrà pagare € 1.000, a copertura della retta del Master, ai quali va aggiunto l’importo dell’imposta di bollo pari a Euro 16;
  • 2 esoneri parziali, pari a 3.500 euro lordi ciascuno. Gli esoneri verranno assegnati al termine del primo trimestre sotto il vincolo del conseguimento di una media pari ad almeno 27/30 e del rispetto delle norme previste dal regolamento del Master; nel caso in cui la media non venisse rispettata lo studente perderà il diritto all’esonero e dovrà pagare la seconda tranche entro l’11 maggio 2019. All’atto dell’immatricolazione lo studente dovrà pagare € 4.000, a copertura della retta del Master, ai quali va aggiunto l’importo dell’imposta di bollo pari a Euro 16;
  • 1 esonero parziale, pari a 3.500 euro lordi, riservato ai candidati provenienti dalla community “Mentors4u”. I candidati segnaleranno nella domanda di partecipazione la propria appartenenza al circuito. L’esonero verrà assegnato al termine del primo trimestre sotto il vincolo del conseguimento di una media pari ad almeno 27/30 e del rispetto delle norme previste dal regolamento del Master; nel caso in cui la media non venisse rispettata lo studente perderà il diritto all’esonero e dovrà pagare la seconda tranche entro l’11 maggio 2019. All’atto dell’immatricolazione lo studente dovrà pagare € 4.000, a copertura della retta del Master, ai quali va aggiunto l’importo dell’imposta di bollo pari a Euro 16. Per tale esonero parziale sarà redatta una graduatoria distinta rispetto a quella generale del presente bando.

Modalità di assegnazione

L’assegnazione verrà effettuata a giudizio insindacabile di un’apposita Commissione dell’Università, composta dal Rettore o suo delegato, dal Direttore del Master e dal Coordinatore del Master con le funzioni di Segretario di Commissione, secondo i seguenti criteri:

Voto di laurea: fino a 50 punti per voti di laurea da 99/110 a 110/110 e lode
Certificati e diplomi di lingua inglese: fino a 10 punti
Colloquio motivazionale: fino a 20 punti
Altri titoli o eventuali esperienze di stage e lavoro documentate: fino a 20 punti.

Potranno risultare assegnatari degli esoneri parziali unicamente coloro i quali abbiano ricevuto l’idoneità all’ammissione al Master.

A parità di punteggio, si darà la precedenza a: 1) studenti fuori sede; 2) studenti pendolari; 3) studenti in sede.

Gli esiti del concorso verranno resi pubblici entro il 7 gennaio 2019 tramite pubblicazione della graduatoria sul sito del Master.

L’iscrizione al Master da parte degli assegnatari degli esoneri parziali dovrà essere perfezionata entro il 10 gennaio 2019. Nel caso in cui l’assegnatario dell’esonero parziale non provveda entro tale termine, sarà considerato rinunciatario a tutti gli effetti di legge e l’esonero parziale verrà assegnato al candidato successivo in graduatoria.

 

Castellanza, 19 aprile 2018

 

Il Direttore Generale

Dott. Massimo Colli

 Il Direttore del Master

Prof. Anna Gervasoni

 

SYLLABUS

Corporate Finance – Cristina Soppelsa, Francesco Bollazzi, Team KPMG

Il corso ha l’obiettivo di fornire un complesso organico di strumenti che permettano di sviluppare un approccio razionale alle decisioni finanziarie di breve e medio-lungo termine. Nella prima parte si analizzano, quindi, le problematiche relative alla gestione del circolante e della liquidità, successivamente si presentano gli strumenti fondamentali per una corretta gestione delle risorse finanziarie con riferimento sia alle decisioni di investimento che di finanziamento.

I temi verranno affrontati anche attraverso l’utilizzo di case studies. In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  1. La gestione della liquidità e del capitale circolante
  2. Il ciclo monetario e il ciclo del circolante
  3. La politiche di controllo del circolante
  4. La determinazione del cash flow e l’analisi della dinamica finanziaria
  5. Le procedure di costruzione dei cash flow projections
  6. Il processo di pianificazione finanziaria e il capital budgeting
  7. Le metodologie di valutazione degli investimenti
  8. La valutazione e la stima del rischio finanziario
  9. Il costo delle diverse fonti di finanziamento
  10. La determinazione del fabbisogno finanziario
  11. La ricerca della combinazione ottimale delle fonti di finanziamento
  12. Il leverage, le implicazioni fiscali e le politiche di autofinanziamento
  13. L’analisi e l’impatto della struttura finanziaria sulle politiche di sviluppo dell’impresa
  14. Le operazioni di finanza straordinaria

 

Strategia, Finanza Straordinaria ed M&A – Francesco Bollazzi, Silvia Rigamonti

Il corso si pone tre obiettivi fondamentali. Il primo consiste nel fornire ai partecipanti gli strumenti concettuali e operativi di analisi strategica che consentono di valutare la posizione competitiva di un’impresa e, di conseguenza, il suo valore economico. Il secondo consiste nel descrivere gli strumenti di finanza straordinaria impiegabili dalle imprese allo scopo di raggiungere determinati obiettivi competitivi, e le condizioni alle quali tali strumenti manifestano la massima efficacia strategica. Il terzo consiste infine nel descrivere le caratteristiche particolari dei processi di gestione strategica posti in essere dalle merchant bank.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  1. Concetti-base di gestione strategica
  2. Analisi dell’ambiente interno
  • La valutazione della formula imprenditoriale
  • La costruzione della mappa strategica
  • La resource-based theory
  • La strategia competitiva
  1. Fondamenti di analisi strategica: la SWOT analysis
  2. Analisi dell’ambiente esterno. I settori e i mercati
  • L’identificazione dei concorrenti e la definizione del mercato
  • L’attrattività dei settori
  • L’analisi dei settori: modelli di analisi di settore e loro applicazione
  • Le logiche di funzionamento dei settori
  • La diversificazione
  1. Concetti e strumenti di finanza straordinaria nella gestione strategica
  2. Strategia ed operazioni di M&A
  3. La strategia di una merchant bank

 

Analisi di Bilancio – Alberto Bertoni, Dario Gentile, Giovanni Ghelfi, Umberto Scaccabarozzi

Il corso si pone i seguenti obiettivi: studiare la dinamica reddituale, patrimoniale e finanziaria e presentare gli strumenti per l’analisi dei bilanci; illustrare la normativa di riferimento che regola l’informativa esterna nei bilanci destinati a pubblicazione, anche in relazione ai bilanci di imprese operanti in altri Paesi (USA, UK, F); fornire indicazioni in merito alla strumentazione utilizzabile (tecniche di riclassificazione, calcolo di indicatori e flussi) per l’analisi dei bilanci interni ed esterni, sotto i diversi profili della redditività, solidità, liquidità aziendale; presentare la tecnica di costruzione del bilancio consolidato, indispensabile per l’analisi critica dei bilanci dei gruppi aziendali.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

PRIMA PARTE

  1. Forma e schema del bilancio di esercizio destinato a pubblicazione
  2. L’utilizzo delle banche dati per il confronto con le aziende concorrenti
  3. La dinamica reddituale
  4. La dimensione patrimoniale
  5. La dinamica finanziaria
  6. Gli strumenti per l’analisi dei bilanci

 SECONDA PARTE

  1. La variabilità dei risultati: l’efficienza e l’elasticità strutturale, la sensitività dell’azienda
  2. Le operazioni straordinarie
  3. Analisi di simulazione sull’andamento futuro
  4. Dalla società al gruppo: il bilancio consolidato

 

Business Planning – Jonathan Donadonibus

Il modulo intende fornire ai partecipanti il know how e gli strumenti necessari per essere in grado di rappresentare, analizzare e valutare un’impresa attraverso lo strumento del Business Plan, nonché, saperne valutare le potenzialità di rendimento per un investitore. Il corso prevede un ciclo di lezioni in cui verranno introdotte, da un lato, le nozioni relative ai contenuti di un business plan e dall’altro, una visione di quelli che sono i principali metodi e strumenti utilizzati nella prassi in tema di valutazioni d’azienda. Al ciclo di lezioni teoriche, si affiancheranno una serie di esercitazioni in laboratorio che porteranno i partecipanti alla costruzione di un vero e proprio business plan (con relativo piano economico-finanziario) e alla valutazione dell’impresa nell’ottica dell’investitore in capitale di rischio.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  • I contenuti del Business Plan
  • Il piano economico-finanziario
  • I principali metodi di valutazione d’azienda
  • Le valutazioni espresse dal mercato
  • I beni immateriali nelle valutazioni economiche
  • La valutazione per la quotazione in borsa
  • La costruzione del Business Plan

 

Private Equity & Venture Capital – Anna Gervasoni, Giorgio Colombo, Gabriele Cappellini, Andrea Tomaschù, Maurizio Bernardi, Alessandro Carducci

Il corso si pone l’obiettivo di approfondire le principali tematiche e metodologie operative relative all’attività di private equity e venture capital.

Saranno, dunque, oggetto di trattazione le principali tipologie di deals (start up, development, LBO), con riferimento al processo di investimento, agli strumenti finanziari utilizzati, al processo di disinvestimento e senza trascurare gli aspetti legali e fiscali. Tutti gli argomenti trattati saranno affrontati nell’ottica degli investitori finanziari specializzati.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  1. L’attività di fund raising
  2. Le fasi del processo di investimento
  3. La definizione del prezzo
  4. Le operazioni di early stage financing
  5. Le operazioni di sviluppo
  6. Le operazioni di turnaround
  7. Le operazioni di Leveraged Buy Out
  8. Il processo di disinvestimento
  9. La misurazione della performance complessiva
  10. Gli aspetti legali
  11. Gli aspetti fiscali

 

Private Debt, Rating e Credit Risk Analysis – Alessandro Settepani, Massimiliano Sartori

Il corso ha l’obiettivo di fornire una conoscenza approfondita degli strumenti di private debt attivabili dalle aziende per supportare operazioni di finanza straordinaria e processi di crescita esterna. In tale ambito, verranno analizzati gli aspetti strutturali e contrattuali riconducibili alle forme più innovative di reperimento di capitale di debito, strumentali alle realizzazione di operazioni di private equity, alle acquisizioni di natura industriale e alla realizzazione di progetti infrastrutturali.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  1. Il private debt
  2. La normativa relativa alle emissioni di private debt
  3. L’acquisition financing ed il mezzanine financing
  4. Il project financing
  5. La ristrutturazione del debito
  6. Gli strumenti di copertura dei rischi

Da ultimo, il corso si propone di affrontare i temi relativi all’analisi del rischio di credito, sia in quanto tale, che con riferimento alla concessione di finanziamenti per operazioni di finanza straordinaria. In tale ambito, particolare attenzione verrà dedicata al tema del rating, sia legato alle società, che alle emissioni.

 

Valutazione d’Azienda – Francesco Bollazzi, Maurizio Argenziano

Il corso ha l’obiettivo di presentare agli studenti i principali metodi e strumenti utilizzati nella prassi in tema di valutazioni d’azienda, nonché l’analisi di alcune problematiche valutative emerse negli ultimi anni, con riferimento, tra l’altro, alla valutazione degli intangible asset.

In particolare, verranno approfonditi i seguenti argomenti.

  1. Introduzione alle valutazioni d’azienda
  2. I metodi classici di valutazione e loro problematiche
  3. La stima di “R”; la stima di “i”
  4. La valutazione degli intangible asset
  5. I metodi finanziari di valutazione
  6. I metodi di mercato
  7. Metodologia applicata ai fini dell’IPO
  8. La valutazione del marchio

 

Quotazione e Governance – Aldo Sacchi, Marco Fumagalli

Il corso si propone di affrontare il tema della quotazione con specifico riferimento al processo di quotazione stessa ed a tutti i temi legati alla gestione del processo di ammissione e alla governance di cui la società deve dotarsi a seguito dell’ammissione stessa al listino quotato. Obiettivo del corso è, quindi, fornire un quadro completo delle diverse problematiche e dei soggetti coinvolti nel processo di quotazione e degli strumenti di cui l’impresa deve dotarsi al fine di essere “in regola” con la normativa applicata alle società quotate.

In particolare, verranno trattati i seguenti argomenti.

  1. I mercati regolamentati e la Borsa Italiana
  2. La scelta di quotarsi in Borsa
  3. Come preparare l’impresa alla quotazione e il processo di quotazione
  4. La scelta del mercato in cui quotarsi
  5. La gestione del processo di quotazione in Borsa
  6. Come preparare l’impresa alla quotazione ed al “dopo quotazione”
  7. La governance delle società quotate

 

Business English – Anna De Angelis

Il modulo viene proposto come service ai partecipanti che non hanno una idonea conoscenza della lingua inglese. L’importanza attribuita al miglioramento della padronanza della lingua inglese, in termini di comprensione scritta e orale, è dimostrata dal fatto che alcune lezioni e parte del materiale didattico saranno in inglese. Lo scopo del corso è quello di migliorare la capacità di ascolto, comunicazione e scrittura in lingua inglese. L’attenzione sarà rivolta allo studio del lessico finanziario e, in particolare, alla terminologia usata nei corsi del Master. E’ prevista la possibilità di sostenere esami di certificazione della conoscenza della lingua inglese.

I temi che verranno affrontati sono i seguenti:

  1. Topics of grammar;
  2. Bank organization;
  3. Bank performance;
  4. Foreign exchange;
  5. Meetings;
  6. Financial news;
  7. Trends.

COME ISCRIVERSI

STEP 1: APPLICATION/DOMANDA DI AMMISSIONE

È possibile effettuare la domanda di ammissione entro il 14/12/2018.

Prima di procedere con la compilazione della domanda vi preghiamo di prendere visione delle modalità di iscrizione alla selezione: Scarica PDF

Per procedere con la compilazione dell’application/domanda di ammissione cliccare qui.

 

STEP 2: GRADUATORIA

La graduatoria degli ammessi al Master sarà visibile dal 7/1/2019 e sarà consultabile cliccando su “GRADUATORIA” nella pagina di presentazione del Master.

 

STEP 3: ISCRIZIONE/IMMATRICOLAZIONE

Tutti coloro che rientrano nella graduatoria potranno procedere a formalizzare l’iscrizione al Master dal dal 7/1/2019 al 16/1/2019

Prima di procedere vi preghiamo di consultare qui le modalità di immatricolazione.

Per procedere con l’immatricolazione cliccare qui.


UDITORE? COME ISCRIVERSI

Per procedere con l’iscrizione in qualità di uditore è necessario compilare la scheda qui allegata, firmarla e consegnarla a mano o inviarla in originale (R/R 1) al recapito sotto riportato, unitamente agli allegati richiesti e alla marca da bollo di € 16.00.

Elisabetta Mentasti
Ufficio Master
Università Carlo Cattaneo – LIUC Corso Matteotti, 22
21053 Castellanza (VA)

GRADUATORIA

+39 0331 572111

info@liuc.it

(C) Università Carlo Cattaneo LIUC | C.so Matteotti, 22 - 21053 Castellanza (VA) | Codice Fiscale e Partita IVA 02015300128